Russia non più partner ma "minaccia diretta" (come terroristi e hacker): la strategia Nato

Russia non più partner ma minaccia diretta, come terroristi e hacker: la strategia Nato

Le anticipazioni sul documento strategico che uscirà a Madrid nel prossimo vertice

I rapporti tra Nato e Russia potrebbero peggiorare in modo formale ed ufficiale. Come? Trasferendo nella classifcazione atlantica, la Russia in una zona rossa, molto precisa: quella dei Paesi che rapppresentano una "minaccia diretta". La Russia considerata come un'organizzazione terroristica. Questa è l'anticipazione che ha dato Bloomberg. La testata americana ha cercato di capire quali saranno gli scenari che emergeranno dal prossimo vertice Nato di Madrid e ha scritto che la Nato potrebbe definire la Russia non più "partner" ma  una "minaccia diretta" nel documento Strategico che sarà approvato dagli Alleati. Bloomberg cita un fonte dell'Alleanza.

Gli alleati probabilmente manterranno comunque aperta la possibilità di rilanciare le relazioni se il comportamento di Mosca cambiasse, ha detto la fonte. Il documento Strategico è una relazione molto importante: delinea le priorità per i prossimi anni e dovrebbe essere finalizzato a Madrid a fine giugno. La versione precedente, del 2010, si riferiva a Mosca «come partner, una formulazione che - sottolinea Bloomberg - dovrebbe essere eliminata». 

Il documento, secondo Bloomberg, potrebbe anche toccare il tema della Cina e dei suoi legami con la Russia. La strategia dovrebbe prevedere misure di sostegno ai Paesi vicini alla Russia che, secondo gli analisti Nato, potrebbero trovarsi vulnerabili di fronte alla coercizione e all'aggressione. 

L'agenzia russa Tass ha ripreso la notizia e l'ha interpretata così: «La Nato ha usato questa retorica più di una volta nel formulare la sua strategia. Nel dicembre 2020 il Segretario generale Jens Stoltenberg ha presentato il programma Nato 2030: United for a New Era, che elenca tra le minacce principali la Russia, il terrorismo, i cyberattacchi, le tecnologie, l'ascesa della Cina e il cambiamento climatico».


Ultimo aggiornamento: Domenica 15 Maggio 2022, 19:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA