Tutti i Paesi che hanno “chiuso” ai voli dall'Africa per l'allarme

Nuova variante Sudafrica, dall'Italia al Giappone: tutti i Paesi che hanno “chiuso” ai voli dall'Africa per l'allarme

Nella lista Stati Europei ma non solo. L'appello di Von der Leyen

La variante sudafricana spaventa l'Italie e l'Europa che corrono ai ripari. "Ho firmato una nuova ordinanza che vieta l'ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini. I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante B.1.1.529. Nel frattempo seguiamo la strada della massima precauzione". Ha spiegato il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Nelle prossime ore l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) si riunirà per determinare se la nuova variante sudafricana debba essere classificata come "preoccupante", dicendo intanto che «ha un gran numero di mutazioni».

 

Nuova variante Sudafrica, lo Spallanzani ha formato una task force apposita: «Studiamo e verifichiamo azioni»

 

Allarme nuova variante Sudafrica

Per questa ragione, alcuni Paesi hanno deciso di introdurre misure per evitarne l’importazione. Tra questi la Gran Bretagna, che ha sospeso i collegamenti aerei con il Sudafrica, ma anche con Namibia, Botswana, Zimbabwe, Lesotho ed Eswatini. Lo stesso ha fatto Israele, che vieterà ai suoi cittadini di viaggiare in Africa del sud. In India, invece, è stato disposto di effettuare «rigorosi screening e test» dei viaggiatori che erano arrivati ​​dal Sudafrica e di rintracciare e testare i loro contatti. Il vice premier della Nuova Zelanda, Grant Robertson, ha definito la nuova variante come «un vero campanello d’allarme per tutti noi, questa pandemia è ancora in corso». Il governo giapponese condivide la linea e ha deciso di rafforzare i controlli alle frontiere per i visitatori provenienti dal Sudafrica e da altri cinque paesi africani.

Anche Singapore si è unito a Regno Unito e Israele e sulla scia del generale allarme per la nuova variante ha chiuso gli ingressi da sette Paesi dell’Africa meridionale e per i cittadini di Singapore che devono tornare in patria da questi Paesi, è stata predisposta una quarantena di 10 giorni.

Intanto da Bruxelles la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen fa sapere che “la Commissione europea proporrà, in stretto coordinamento con gli Stati membri, di attivare il “freno di emergenza” per interrompere i viaggi aerei dalla regione dell’Africa meridionale a causa della variante B.1.1.529” del coronavirus. In giornata a Bruxelles si tengono una serie di riunioni per discutere una delle possibili misure da adottare.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Novembre 2021, 15:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA