Torino, Andrea morto dopo trattamento sanitario obbligatorio: la Cassazione ha confermato le quattro condanne Foto

E' definitiva così la sentenza della Corte d'Appello nei confronti di un medico psichiatra e tre agenti della polizia municipale

Torino, Andrea morto dopo Tso: la Cassazione ha confermato le quattro condanne Foto

La Cassazione ha respinto i ricorsi degli imputati e confermato le 4 condanne a 18 mesi per la morte di Andrea Soldi, 45enne malato di schizofrenia. Le condanne erano state inflitte in primo e, dopo una riduzione della pena, anche in secondo grado. Si chiude così una vicenda che aveva destato molto scalpore nell'opinione pubblica. È definitiva così la sentenza della Corte d'Appello di Torino del 19 ottobre 2020 nei confronti di un medico psichiatra e tre agenti della polizia municipale che intervennero il 5 agosto 2015 nei confronti di Soldi per un Tso.

 

Morto dopo Tso, chiusa l'inchiesta: 4 indagati per omicidio colposo

Torino, ucciso a 56 anni per una sigaretta. Fermato un ventenne, confessa: «Mi sono rovinato la vita»

La sorella: «Sono felice, avevo fiducia nella giustizia»

«Sono felice, ero certa della giustizia di stato, ci ho sempre creduto dal 2015». Così, all'Adnkronos, le prime parole di Maria Cristina Soldi alla decisione della Cassazione che ha rigettato il ricorso presentato dai quattro imputati per la morte del fratello Andrea avvenuta nell'agosto 2015 a seguito di Tso. «Avrei comunque continuato la mia battaglia ma adesso sono ancor più forte perché sento lo Stato ancora più vicino e allo Stato chiedo più investimenti per coloro che soffrono di disturbi mentali e per le loro famiglie», conclude Maria Cristina Soldi. 

 

Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Luglio 2022, 17:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA