Walls Mura di Roma, il fotografo Andrea Jemolo: «Le mie foto sono un grido di dolore ed una richiesta di aiuto»
di Valeria Arnaldi

Walls Mura di Roma, il fotografo Andrea Jemolo: «Le mie foto sono un grido di dolore ed una richiesta di aiuto»

La campagna fotografica - la prima integrale a distanza di oltre un secolo da quelle storiche otto-novecentesche - sull’intero percorso delle mura per documentarne le condizioni. Una mostra per sollecitare sguardo e attenzioni. E, a partire da questo studio, un processo di valorizzazione per oltre sei milioni di euro nel piano di investimenti 2018-2020. La Sovrintendenza capitolina ai Beni Culturali accende i riflettori sulle mura: la più lunga cinta muraria urbana, antica e meglio conservata della storia.
 
 

«Le mura raccontano l’evoluzione della città - dice Claudio Parisi Presicce, sovrintendente capitolino ai Beni Culturali ad interim e ideatore della mostra - ma ne sono il monumento-simbolo quasi invisibile, di cui ormai non ci si rende conto». E così, fino al 9 settembre, per risvegliare la sensibilità di romani e turisti, il museo dell’Ara Pacis ospita una selezione di 77 scatti di grande formato a colori della campagna fotografica nella mostra Walls. Le mura di Roma. Fotografie di Andrea Jemolo. Il progetto è stato commissionato dallo Sovrintendenza capitolina ai Beni Culturali. Jemolo ha scattato tra settembre e dicembre 2017, ma ha iniziato a lavorare già nei mesi estivi per studiare ogni tratto, anche nelle variazioni di luce.

«La mia fotografia non coglie l’attimo fuggente - dice - ma è molto programmata. Quando arrivo a scattare so già esattamente quello che voglio mostrare. Fare tutto ciò per 13 chilometri è stato un lavoro molto complesso». Il risultato è un ritratto dello stato attuale delle Mura, tra monumentalità e, in alcuni passi, degrado. «Normalmente - spiega - progetti di questo tipo si effettuano dopo un restauro, l’importanza di tale commissione è proprio nel fatto che qui, invece, si mostrano le mura come sono, è un lavoro diverso, che manda un grido di dolore, una vera richiesta di aiuto». In un ideale confronto con gli scatti eseguiti da Jemolo nei giorni scorsi sono esposte 50 fotografie del fondo Parker, custodito presso il Museo di Roma, e 17 foto storiche, anche queste provenienti dall’Archivio fotografico del Museo di Roma.
Lungotevere in Augusta, 13 euro, ridotto 11, per residenti a Roma: 11 euro, ridotto 9, info 060608
riproduzione riservata ®
Venerdì 22 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME