Estorsione alla vicina di casa: «60mila euro in tre anni, anche un'auto». Madre e figlio denunciati

Estorsione alla vicina di casa: «60mila euro in tre anni, anche un'auto». Madre e figlio denunciati
Per tre anni hanno estorto denaro alla loro vicina di casa, prima come gesto di carità, poi come obbligo tramite minacce: una cifra che con i mesi è diventata enorme, ben 60mila euro. Per questo madre e figlio sono stati denunciati dalla vicina di casa che si è rivolta al commissariato Salario, a Roma. Una vicenda iniziata nel 2018, quando il figlio, lamentando una situazione economica molto difficile, aveva iniziato ad ottenere dalla donna piccole somme di denaro.

Leggi anche > Willy, il carabiniere che lo ha soccorso: «Scena tra le più cruente che abbia mai visto»

Quello che all'inizio era nato come un gesto di cortesia, per una persona in difficoltà, in poco tempo si è trasformato in un obbligo, con tanto di minacce, tanto che la vittima ha cercato in tutti i modi di porre un freno alle insistenti richieste. Nel corso del tempo, con lo stesso sistema, gli estorsori si sono anche impossessati di una city car.

L'ultima richiesta, a cui la vittima ha cercato di sottrarsi in tutti modi, è stata fatale agli estorsori. La donna infatti si è rivolta alla polizia consentendo agli investigatori di intervenire in modo tempestivo: dopo aver fotocopiato il denaro, gli agenti hanno osservato con discrezione la consegna, per poi intervenire subito dopo. Al termine degli accertamenti e della stesura della denuncia da parte della vittima, gli investigatori hanno denunciato madre e figlio ed inviato tutti gli atti all'Autorità Giudiziaria. 

Ultimo aggiornamento: Giovedì 10 Settembre 2020, 12:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA