Roma, guerra al tavolino selvaggio: nell'area intorno al Senato 40mila euro di multe e partono i sequestri

Roma, guerra al tavolino selvaggio: nell'aerea intorno al Senato 40mila euro di multe e partono i sequestri

di Lorena Loiacono

Aveva promesso che i controlli sarebbero andati avanti tutti i giorni, il sindaco di Roma Gualtieri, e così è stato: la guerra al tavolino selvaggio è partita a pieno regime e l’offensiva del Campidoglio va avanti con una task force di 25 agenti di polizia locale. Dopo il blitz al Pantheon, quindi, oggi è stata la volta dell’area intorno al Senato.

PER I TRASGRESSORI AL VIA ANCHE I SEQUESTRI

Dopo il record di irregolarità, pari al 100% nell’area del Pantheon, gli agenti sono tornati a fare multe ma non solo. E’ stato necessario anche il sequestro di una pedana fuori controllo. Nell’area intorno a Palazzo Madama sono state elevate sanzioni per un totale di circa 40 mila euro: la task force ha controllato 10 attività con i tavolini su strada e 4 sono risultate totalmente abusive come nel caso in cui le strutture non hanno la licenza per la somministrazione. Altre 4 strutture erano eccedenti, quindi troppo grandi rispetto ai metri quadri consentiti e una era difforme da quanto dichiarato in autocertificazione al momento della richiesta. I vigili hanno accertato 7 violazioni art. 95 e 8 violazioni art. 20: vale a dire che, in tutto, hanno letteralmente liberato dall’occupazione abusiva della strada circa 103 metri quadri di spazi. Ed è stato necessario anche un sequestro di una pedana su strada.

STRADE SICURE

Liberare gli spazi da occupazione abusive significa anche garantire la sicurezza a chi, su quelle strade, deve passare.

“Abbiamo scelto di puntare sui controlli - ha spiegato l’assessora capitolina alle attività produttive, Monica Lucarelli, presentando l’azione di contrasto al tavolino selvaggio - per mettere fine alla deregulation che si era creata da due anni a questa parte. Oltre a una questione di decoro c’è poi un problema di sicurezza e intralcio alla viabilità. Non sarà una iniziativa spot ma un intervento strutturale di controllo. Un segnale di ripristino della legalità a fronte di chi decide di andare contro le regole”.

Negli interventi, ad esempio, è stato necessario liberare il passaggio di via della Palombella, dove per l’occupazione dei tavolini non si riusciva a passare, era diventato difficile anche per i bambini della scuola primaria lungo la strada.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 9 Giugno 2022, 22:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA