Alisa Coen, cantante morta a Roma a 18 anni: nel suo ricordo nasce il primo contest musicale tra i banchi di scuola
di Simone Pierini

Alisa Coen, cantante morta a Roma a 18 anni: nel suo ricordo nasce il primo contest musicale tra i banchi di scuola

Alisa Coen era una giovane cantante. Aveva solamente diciotto anni quando, in sella al suo scooter, è rimasta vittima di un terribile incidente in zona Portuense, a Roma. Lo schianto le è stato fatale e Alisa non ce l'ha fatta. Era il dicembre del 2016. Oggi nel suo ricordo nasce Alisa Wave, prima edizione di un contest musicale tra i banchi di scuola. Pensato dall’Associazione Onlus Suoniamo insieme per Alisa, condiviso con i genitori Daniel e Sabrina, è organizzato insieme al Municipio I Roma Centro. 



Si vuole ricordare in particolare Il suo mondo, attraverso l’attività di promozione e di sviluppo della musica fra i giovani. L’associazione si basa su di un gruppo promotore costituito da persone che desiderano favorire la realizzazione dei progetti, sia con un aiuto economico che con il loro sostegno operativo e professionale. L’associazione, infatti, è aperta a tutti coloro che desiderano rispondere ad un evento doloroso con un’azione positiva sostenendo la formazione e lo sviluppo di gruppi ed attività musicali nelle scuole.



Il contest è rivolto a tutte le band emergenti delle scuole superiori del Municipio I Roma Centro. Le iscrizioni sono completamente gratuite e scadono il 21 maggio. Due le sezioni: "Cover Band" e "Progetti Originali". Aperto a qualsiasi genere ed a qualsiasi organico musicale. Il contest è indirizzato ai giovani musicisti tra i 13 e i 20 anni ed almeno uno di loro dovrà essere iscritto ad un istituto del Municipio. Una giuria di qualità selezionerà fino ad un massimo di 10 band (max 5 per ogni sezione) che passeranno alla fase finale: una sfida live, il 30 maggio, sul palco di Largo Venue, uno tra i più importanti live club della Capitale. Il voto combinato della giuria e del pubblico decreterà infine la band vincitrice. 

Per partecipare basta registrare un video di un brano eseguito dalla propria band (anche con lo smartphone), pubblicarlo sui proprio canali social e taggare la pagine di Alisa Wave, FacceCaso e Arte2o entro il 21 maggio 2019. Da lì a breve verranno scelti dalla giuria di qualità i 10 finalisti per la finalissima live del 30 maggio a Largo Venue, uno dei club più prestigiosi per la musica dal vivo a Roma.



La giuria è composta da professionisti e addetti ai lavori del mondo musicale: Stefano Borzi, storico produttore artistico che ha collaborato tra gli altri con Domenico Modugno, Riccardo Cocciante, Mietta, Niccolò Fabi e Tiromancino. Leo Pari, cantante, autore, produttore musicale, in tour negli ultimi due anni con i Thegiornalisti. Emanuele Mancini, musicista e manager, è gestore del noto club musicale “Le Mura” di Roma nonché fondatore dell’etichetta Bravo Dischi. E infine Gianmarco Dottori, cantautore con esperienze televisive (TheVoice, Domenica In), vincitore del prestigioso Musicultura 2015 nonché promotore del format culto Spaghetti Unplugged. 
 
 
Venerdì 17 Maggio 2019, 17:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA