Operaio di 28 anni morto sul lavoro: un tondino di acciaio gli si è conficcato nel cranio

Milano, operaio di 28 anni morto sul lavoro: un tondino di acciaio gli si è conficcato nel cranio

È morto questa mattina poco dopo le 9 all'ospedale Niguarda di Milano Alessandro Vezzoli, l'operaio 28enne vittima ieri di un incidente sul lavoro in un parcheggio sotterraneo di via Giovanni Battista Soresina, a Milano.

L'ascensore precipita dal piano più alto: donna all'interno salvata dai freni di sicurezza

Come da procedura sono in corso gli accertamenti di morte cerebrale, fanno sapere dal Niguarda.  Le condizioni di Vezzoli, classe 1991, sono da subito apparse gravissime. La vittima stava lavorando nel cantiere di un parcheggio sotterraneo, al piano -6, quando un tondino d'acciaio è caduto dall'alto colpendolo alla testa e conficcandosi nella zona occipitale del cranio. Trasportato in codice rosso al Niguarda già in stato di coma e subito operato, per lui non c'è stato nulla da fare. 
Venerdì 9 Agosto 2019, 12:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA