La Milano Wine Week fa un appello al mondo vinicolo e lancia una raccolta fondi a favore degli Ospedali di Bergamo

La Milano Wine Week fa un appello al mondo vinicolo e lancia una raccolta fondi a favore degli Ospedali di Bergamo

Parte da Milano Wine Week un accorato appello al mondo vinicolo, italiano e internazionale, perché faccia la sua parte nell’offrire un supporto concreto e immediato alla comunità bergamasca, di gran lunga quella più ferita dalla grave emergenza sanitaria in corso nel Paese.
 
Il team organizzativo della più grande manifestazione vitivinicola milanese, prodotta dalla Format Division di SG Company e la cui terza edizione si svolgerà dal 3 all’11 ottobre prossimi, ha lanciato una raccolta fondi per supportare due strutture ospedaliere – il Policlinico San Pietro di Ponte San Pietro e il Policlinico San Marco di Zingonia, appartenente al Gruppo San Donato – nell’epicentro dell’emergenza e in prima linea nella cura dei pazienti affetti dal nuovo Coronavirus (360 quelli con problemi respiratori gravi attualmente in cura).
 
“Fermo restando il nostro impegno a riabilitare nel medio e lungo termine l’immagine del vino italiano, il nostro sguardo– spiega Federico Gordini, Presidente di Milano Wine Week – non può che essere rivolto anche e soprattutto al presente. E’ per questo che abbiamo scelto di supportare due presidi ospedalieri che si trovano in provincia di Bergamo, epicentro dell’emergenza. Tutti i fondi raccolti saranno devoluti per l’acquisto di materiali e apparecchiature specifiche atte al miglioramento della Terapia Intensiva e Sub Intensiva, in primis caschi respiratori e camici monouso e sterili per il personale sanitario”. Le donazioni sono libere e possono essere effettuate tramite la piattaforma Gofundme al seguente link .
 
Parallelamente Milano Wine Week guarda al futuro e lancia un appello a tutti gli operatori del settore affinchè facciano fronte comune allo scopo di riabilitare su scala internazionale l’immagine dell’Italia e delle sue eccellenze agroalimentari, in primis il vino. Il fatto che il nostro Paese sia stato il primo dopo la Cina a vivere questa gravissima emergenza ha portato infatti a un’attenzione mediatica che spesso si è tradotta negativamente sull’immagine delle nostre eccellenze. Da questi presupposti è nata una campagna di comunicazione digitale che si pone l’obiettivo di celebrare quello che l’Italia porta nel mondo: qualità, gusto, territorio, filiera, ricerca, artigianalità.
 
Una campagna realizzata totalmente in inglese che si baserà su brevi video che vedranno protagonisti produttori, manager, importatori, influencer, opinion leader, sommelier, ristoratori e innovatori del settore vinicolo di tutto il mondo. Attraverso un breve video di 60’’, registrato direttamente con il proprio smartphone, viene chiesto agli operatori del settore di diventare voce e volto dell’eccellenza italiana del vino.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Marzo 2020, 21:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA