Elezioni Milano 2021, Sala: «Evento quasi storico, la destra non è così forte. Salvini il responsabile del risultato»
di Enrico Chillè

Elezioni Milano 2021, Sala: «Evento quasi storico, la destra non è così forte. Salvini il responsabile del risultato»

Elezioni amministrative a Milano, Beppe Sala viaggia spedito verso la riconferma a sindaco. Dalla sede del suo comitato elettorale, il primo cittadino milanese parla già da vincitore: «Credo che quello che sta maturando è qualcosa di importante, un evento quasi storico».

 

Leggi anche > Elezioni Sindaco di Milano 2021, lo spoglio in diretta. Prime proiezioni, Sala in netto vantaggio

 

Elezioni Milano 2021, Sala: «Avevo capito che potevamo vincere»

«Sono felicissimo, un mese fa non me lo sarei aspettato ma negli ultimi giorni andando in giro avevo capito che c'era la possibilità di fare questo grande risultato» - ha spiegato Beppe Sala - «La mia promessa ai milanesi è essere sindaco di tutti, garantire che troverò le formule per far partecipare tutti, questo è il vero segreto di una città per uscire bene da questo momento difficile».

 

Elezioni Milano 2021, Sala: «Presi più voti del 2016, per la prima volta il csx vince al primo turno»

«Se questi numeri saranno confermati rispetto al primo turno del 2016 ho preso 40-50 mila voti in più. Non si è astenuto chi crede non solo in me, ma in questa idea di una città italiana ed europea che porta avanti un disegno molto preciso» - spiega ancora Beppe Sala - «Il centrosinistra non è mai arrivato a vincere al primo turno a Milano, cioè da quando c'è l'elezione diretta del sindaco, e questo è un fatto importante. Ringrazio tutti i miei candidati e la mia Giunta».

 

Elezioni Milano 2021, Sala: «La destra non è così forte, Salvini il principale responsabile»

Beppe Sala manda poi una frecciata ai rivali di centrodestra: «La destra è forte forte finché non la guardi da vicino. Quando lo fai vedi che non è così». Il sindaco appena riconfermato lancia anche un messaggio a Matteo Salvini: «Penso che sia il responsabile principale del risultato del centrodestra, ora sarà una gara a scaricare i candidati ma da quello che abbiamo capito è stato lui a gestire il processo di scelta. A Milano è stato martellante coi suoi proclami, a tre settimane dal voto diceva che qui avrebbero stravinto. Non conosce abbastanza bene la città se diceva così a tre settimane dal voto».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 4 Ottobre 2021, 21:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA