Coronavirus a Milano, donna ubriaca tossisce in faccia ai poliziotti: bloccata e denunciata

Coronavirus a Milano, donna ubriaca tossisce in faccia ai poliziotti: bloccata e denunciata

Una donna russa di 50 anni è stata denunciata a Milano dopo aver tossito in faccia ai poliziotti in stazione centrale: un gesto già certamente non educato in tempi normali, a maggior ragione in emergenza coronavirus, con tutte le conseguenze del caso. Martedì sera intorno alle 20 la donna, vistosamente ubriaca, era stata fermata dai poliziotti che le avevano chiesto l’autocertificazione.

Leggi anche > Modulo autocertificazione deve essere cartaceo: no alla versione per smartphone

In tutta risposta la 50enne, dopo aver presentato il modulo incompleto, avrebbe detto agli agenti che tornava da casa di un amico: secondo quanto scrive MilanoToday, successivamente si è abbassata la sciarpa che aveva sulla bocca, tossendo in faccia ai poliziotti, che a quel punto l’hanno immobilizzata.

La donna, russa ma residente a Milano, è stata poi accompagnata all’ufficio della polfer in stazione centrale ed è stata denunciata per inosservanza del Decreto che regolamenta gli spostamenti e i deitti colposi contro la salute pubblica in questa emergenza sanitaria che sta colpendo l’Italia e non solo l’Italia.
Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Marzo 2020, 13:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA