Coronavirus, il presidente del Gp Codogno: «Siamo in ansia per il nostro amico. Faremo il tampone in 40»

di Ernesto De Franceschi
«Siamo molto preoccupati per M. ». Parla con voce emozionata al telefono Carlo Benuzzi. Lui è il presidente del G. P. Codogno 82, il gruppo podistico a cui il primo malato di Coronavirus è iscritto da anni. È il presidente a ripercorrere gli ultimi giorni. 
 
 

«Abbiamo corso insieme alla mezza maratona delle Due Perle a inizio mese. Stava benissimo, nessun sintomo - sottolinea - Era felice ed c'era anche la moglie, podista pure lei ma che ora non corre perché in attesa di una bambina. Poi la domenica successiva abbiamo partecipato a una gara non competitiva a Sant'Angelo Lodigiano e pure lì il nostro compagno era tranquillo e sereno. Aveva corso 20 km senza problemi». Ora per Carlo e i suoi amici runner sono ore di angoscia. «siamo in attesa del tampone. Stamattina abbiamo fornito 40 nominativi di iscritti che erano a queste gare. Ho chiamato il 112. Vediamo che succede e speriamo per M. ». Intanto a Codogno la paura è tanta. «Io ho chiuso il mio negozio di abbigliamento. Qui siamo tutti chiusi. Speriamo finisca presto questo incubo»
Ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Febbraio 2020, 18:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA