La "signora della droga" tradita dal socio: le ha sottratto l'hashish dal garage

La "signora della droga" tradita dal socio: le ha sottratto l'hashish dal garage

Si fidava del suo socio. Ma la fiducia era mal riposta, perché la donna, sospettata dai carabinieri della compagnia di Desio di gestire il traffico di hashish tra la Brianza e l’hinterland di Milano, è stata arrestata ieri con altri quattro complici tra cui proprio il suo braccio destro, 45 anni, colui che aveva il compito di custodire 450 quintali di stupefacente, ma che l’ha “tradita”.

Lei è Jona Mullaraj, 36 anni, albanese, da tempo in Italia, militante della Lega e no Green pass. Mullaraj ufficialmente lavorava nell’edilizia ma, stando alle indagini dei carabinieri della compagnia di Desio, coordinati dalla Procura di Monza, aveva il controllo dello spaccio di droga della zona, trasformando un box in un magazzino di stoccaggio merci illecite. Sarebbe stato appunto il suo complice a tradirla, simulando un furto nel garage che avrebbe dovuto vigilare, con lo stupefacente dentro, ovvero 450 di hashish in un condominio a Cesano Maderno (Monza). L’uomo, con l’aiuto di altri due conoscenti (anche loro arrestati), aveva nascosto la droga in un appartamento. Ma il portinaio si era accorto che la porta del box era manomessa e ha chiamato i carabinier; loro, insospettiti dal forte odore di hashish proveniente dal garage, hanno deciso di perquisire l’abitazione del 45enne, trovandoci dentro 80 chili di hashish. Grazie all’analisi delle telecamere e attraverso le chat, i carabinieri sono così risaliti all’autore del furto e al giro di spaccio, nonché al sequestro della droga. In manette anche un 38enne di Senago.


Ultimo aggiornamento: Sabato 4 Dicembre 2021, 17:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA