Meteo, weekend tra maltempo e instabilità: aria calda dall'Africa, ma arrivano pioggia e neve a bassa quota

Aria calda dall'Africa e venti freddi dal nord, lo scontro tra le due correnti provocherà una situazione di instabilità diffusa per tutto il fine settimana

Meteo, weekend tra maltempo e instabilità: aria calda dall'Africa, ma arrivano pioggia e neve a bassa quota

di Redazione web

E' in arrivo la prima perturbazione meteo di dicembre 2022, con un nuovo peggioramento a partire da venerdì 2 dalle regioni centrali d'Italia, anche se l’evoluzione prevista per il weekend è ancora incerta. Nelle prossime ore le correnti di aria artica legata all'anticiclone russo scandinavo devieranno verso Francia e parte della Spagna, mentre dal Nord Africa, arriva aria calda sub tropicale che raggiungerà il Mediterraneo. Si prevedono dunque temperature in aumento su gran parte della penisola, salvo le regioni del nord, almeno fino a sabato, scrive 3B Meteo.

Benzina e diesel, dal 1° dicembre sconto dimezzato: i prezzi tornano a salire, gasolio sopra i 2 euro

Incertezza weekend

Lo scontro tra correnti di aria fredda e caldo, però, provocheranno precipitazioni più intense, dando vita ad un weekend che si preannuncia molto instabile, con piogge, temporali e nevicate che almeno sabato potranno cadere a quote di bassa collina sulle regioni settentrionali.

Sabato

Nella giornata di sabato nubi con piogge e rovesci a carattere sparso, anche temporaleschi sulle zone occidentali tra la Sardegna e la fascia tirrenica. La neve cadrà sulle Alpi e l'Appennino ligure anche a bassa quota sotto ai 500/600m, le temperature saranno in aumento sulle regioni centro meridionali, il freddo resisterà ancora su buona parte del Nord.

Domenica

Domenica il vortice avanzerà leggermente verso la Sardegna, spiccata instabilità sulla penisola con rovesci e temporali intermittenti ma non mancheranno delle schiarite anche ampie, specie sulla Sicilia, la neve cadrà sulle Alpi sopra ai 1300m con quota in ulteriore rialzo in giornata. Le temperature saranno in ulteriore aumento, anche al nord. I mari saranno tutti molto mossi, anche agitati i bacini settentrionali e meridionali.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 1 Dicembre 2022, 16:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA