Video

#ioapro, la polizia arriva nel ristorante aperto a cena. Le lacrime della titolare allo stremo: «È la nostra fine»

Arriva anche a Torino la protesta pacifica dei ristoratori che prende il nome dall’hastag #ioapro. Alcuni esercenti, stremati dalle tasse, dagli affitti dei locali e da tutti i costi legati all'attività imprenditoriale, hanno deciso di sfidare il nuovo Dpcm restando aperti oltre le 18.

 

Ristori, la Cgia: «29 miliardi a fronte di 423 miliardi di mancati incassi. Vanno sostituiti con rimborsi»

#IoApro, la cena con spettacolo nel ristorante milanese: «La pandemia non è come ce la raccontano»

 

I sussidi governativi non bastano e la paura della chiusura dell’attività diventa concreta quando ci si indebita con le banche, denuncia una ristoratrice rammaricata. Quando le forze dell’ordine entrano nel suo locale per effettuare i controlli sulle violazioni delle norme sancite dal Dpcm, la titolare si sfoga in un pianto: “è otto anni che siamo aperti, ma questa è la nostra fine”.

 

#Ioapro, Vittorio Sgarbi a cena dal ristoratore ribelle: «Propongo carriera in Parlamento». Il locale chiuso per 5 giorni


Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Gennaio 2021, 10:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA