Covid, il bollettino di mercoledì 5 gennaio 2022: 189mila nuovi contagi e 231 morti

Covid, il bollettino di mercoledì 5 gennaio 2022: 189mila nuovi contagi e 231 morti

Covid, il bollettino ufficiale di oggi 5 gennaio 2022. In Italia ci sono 189.109 nuovi casi di coronavirus a fronte di 1.094.255 tamponi effettuati (mentre il giorno prima l'incremento era stato di 170.844 con 1.228.410 test).

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 231 morti (contro i 259 di mercoledì) per un totale, da inizio pandemia, che arriva a 138.276. In terapia intensiva sono ricoverati 1.428 pazienti (+36) mentre i guariti sono 33.037. Tasso di positività al 17,3%.

 

I DATI DALLE REGIONI

 

Nuovo 'record' di contagi giornalieri da Coronavirus in Veneto, con 16.871 casi in 24 ore, che portano il totale delle infezioni da inizio pandemia a 703.750, sfondando il 'tettò di 700 mila. Il bollettino regionale segnala anche 28 decessi, con il totale delle vittime a 12.473. Numeri in aumento anche per gli attuali positivi, che sono 136.723, 12.364 in più di ieri. Crescono più lentamente rispetto a ieri i dati ospedalieri, con 1.395 ricoveri in area non critica (+29) e 211 in terpia intensiva (+2).

 

Campania

Sono 16.972 i nuovi casi di Covid-19 emersi ieri in Campania dall'analisi di 117.278 test. La percentuale di test risultati positivi sul totale dei test analizzati è pari al 14,47%. Nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 26 nuovi decessi, 11 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 15 avvenuti in precedenza, tra l'8 dicembre 2021 e il 2 gennaio scorso, ma registrati ieri. In Campania si registra un aumento dei ricoveri di pazienti Covid: sono 65 i posti letto di terapia intensiva occupati (+8 rispetto a ieri) e 813 i posti letto di degenza occupati (32 in più rispetto al dato diffuso ieri) per un totale di 878 pazienti Covid ricoverati in ospedale.

 

Lazio

Bollettino Covid del Lazio di oggi, 5 gennaio, 2021: 16.464 contagi (+7.087) e 14 i morti. A Roma ​7.764 casi. L'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, comunica i dati odierni: «Oggi nel Lazio su 32.839 tamponi molecolari e 77.458 tamponi antigenici per un totale di 110.297 tamponi, si registrano 16.464 nuovi casi positivi (+7.087), sono 14 i decessi (-2), 1.301 i ricoverati (+19), 176 le terapie intensive (+13) e +1.209 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14,9% - dice D'Amato -. I casi a Roma città sono a quota 7.764. Ieri sono state effettuate oltre 63 mila vaccinazioni pari a +14% rispetto al nuovo target commissariale. Record di casi e di tamponi. Pressione su ospedali e operatori sanitari e’ dovuta principalmente a no-vax. Auspico che si valuti seriamente l’obbligo vaccinale. Aumentano le vaccinazioni nella fascia 5-11 anni raggiunto il 12% di copertura con oltre 50 mila somministrazioni. Con le terze dosi abbiamo raggiunto il 44% degli adulti con oltre 2,1 mln di somministrazioni effettuate».

 

Abruzzo

Nuovo record di contagi da Covid-19 in Abruzzo. Sono 5.315 i nuovi casi accertati con i test delle ultime ore. È il dato più alto mai registrato dall'inizio della pandemia. Il dato comprende anche 3.165 nuovi positivi accertati esclusivamente attraverso test antigenico rapido, come disposto dalla circolare del 29 dicembre del Dipartimento regionale Sanità. Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari (14.258) e test antigenici (33.065) è pari all'11,23%. Si registrano sei decessi recenti: si tratta dell'incremento di vittime segnalate in 24 ore più alto dalla metà di maggio ad oggi. In rapido aumento i ricoveri. I nuovi positivi hanno età compresa tra 1 mese e 100 anni. Gli attualmente positivi sono 33.315 (+4.948): nel totale sono compresi anche 21.376 casi riguardanti pazienti persi al follow up e sui quali sono in corso verifiche. Del totale dei casi attivi, 226 pazienti (+10) sono ricoverati in ospedale in area medica e 24 (+1) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 33.065 (+4.937) sono in isolamento domiciliare. I decessi riguardano persone di età compresa tra 66 e 96 anni, di cui due residenti in provincia di Teramo, tre in provincia di Chieti e una in provincia di Pescara. Il bilancio delle vittime sale a 2.654. I guariti sono 88.124 (+360). Il totale dei casi accertati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza ad oggi sale a 124.093: 28.161 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+891), 32.967 in provincia di Chieti (+1.649), 30.071 in provincia di Pescara (+1.330), 30.479 in provincia di Teramo (+1.138), 1.404 fuori regione (+126) e 1.011 (+180) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

 

Marche

Ancora un salto in avanti per il numero di ricoveri per Covid-19 nelle Marche che hanno raggiunto quota 296 (+8) nell'ultima giornata: la saturazione di pazienti Covid delle Terapie intensive (52 degenti) è del 20,6% e del 24,32% in Area Medica (244 ricoverati). Cinque i deceduti in un giorno che portano il totale regionale a 3.270. In 24 ore nella regione 2.147 casi di positività e l'incidenza sale a 697,87. È il quadro epidemiologico evidenziato dalla Regione Marche nel consueto aggiornamento. Per quanto riguarda i ricoveri (21 le persone dimesse) sono sette in più in Semintensiva (57) e +2 nei reparti non intensivi (187) a fronte di -1 in Terapia intensiva (52). Gli ospiti di strutture territoriali sono 137 e invece 55 le persone in osservazione nei pronto soccorso. Il totale dei positivi (ricoverati o in isolamento) supera i 9mila (9.028; +362), le persone in isolamento domiciliare a 22.938 (+1.618) mentre i guariti/dimessi balzano a 139.756 (+1.780). Nell'ultima giornata sono deceduti in relazione al Covid-19 tre uomini e due donne: nel Maceratese una 90enne di Corridonia e un 91enne di Civitanova Marche; in provincia di Ancona un 77enne di Jesi, un 77enne di Senigallia e una 93enne di Castelfidardo.

 

Ancora in aumento i positivi in Basilicata, dove oggi sono 943 rispetto agli 879 di ieri, secondo i dati del bollettino della task force regionale. Inoltre, sono 74 - rispetto ai 73 di ieri - i ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera, tre dei quali curati in terapia intensiva. I nuovi guariti sono 129. Ieri sono stati effettuati 7.507 vaccini, il numero più alto della campagna, ha sottolineato il presidente della Regione, Vito Bardi. Il bollettino spiega che «a ieri sono 446.988 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (80,8 per cento), 413.801 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (74,8 per cento) e 176.042 (31,8 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose».

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Gennaio 2022, 07:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA