Covid, il Cts propone quarantene ridotte per i vaccinati: tutte le indicazioni al Governo

Meno limitazioni e quarantene ridotte per i vaccinati

Covid, il Cts propone quarantene ridotte per i vaccinati: tutte le indicazioni al Governo

Covid, il Comitato tecnico scientifico riunitosi oggi ha avanzato una serie di proposte al Governo sulle norme relative alla quarantena. La sintesi arriverà nella cabina di regia in corso in questi minuti prima del Consiglio dei ministri: a parteciparvi, insieme a Mario Draghi, i capidelegazione di maggioranza, Mariastella Gelmini per Forza Italia insieme al ministro della P.a. Renato Brunetta, Elena Bonetti per Italia Viva, Dario Franceschini per il Pd, Giancarlo Giorgetti per la Lega, Stefano Patuanelli per il Movimento 5 Stelle e il ministro della Salute Roberto Speranza per Leu, oltre al sottosegretario alla presidenza Roberto Garofoli. Presenti anche il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro e Franco Locatelli, coordinatore del Cts.

Leggi anche > Covid, 98.020 nuovi casi e 136 decessi. Schizza il tasso di positività al 9.5%

Covid, il Cts: per i vaccinati dei servizi essenziali niente quarantena ma Ffp2 obbligatoria

Nessun giorno di quarantena per i vaccinati con booster che vengono a contatto con una persona poi risultata positiva e sono impiegati nei servizi essenziali. Dovranno però obbligatoriamente indossare la mascherina Ffp2 per circa una settimana. È questo, a quanto si apprende, l'orientamento del Cts, che si è riunito oggi per fornire un parere sulla nuova quarantena.

Covid, il Cts: per i vaccinati con booster quarantena ridotta a 5 giorni

Riduzione della quarantena a 5 giorni e tampone per i vaccinati con dose booster - non impiegati nei servizi essenziali - che vengono a contatto con una persona poi risultata positiva. È questo l'orientamento del Cts, che si è riunito oggi per fornire un parere sul tema delle nuove regole per le quarantene. Nel caso dei positivi, basterà una quarantena di 7 giorni (invece degli attuali 10 giorni previsti) e un tampone negativo.

Covid, il Cts: cambiare quarantena per contatti con positivi

Via la quarantena per i contatti di positivi, vaccinati con terza dose o con la seconda entro i quattro mesi. Quarantena a 5 giorni per i contatti dei positivi, che abbiano fatto la seconda dose di vaccino Covid da oltre quattro mesi e obbligo di tampone alla fine. Per i non vaccinati la quarantena rimane di 10 giorni più il tampone o 14 giorni senza tampone.

Covid, il Cts: incentivare vaccinazione over 50

Per controbilanciare il potenziale aumento di rischio che potrebbe derivare dalla riduzione della quarantena, il Cts avrebbe chiesto al governo di incentivare meccanismi che favoriscano la vaccinazione soprattutto degli over 50. È questo, a quanto si apprende, l'orientamento del Cts che si è riunito oggi per discutere l'ipotesi di eliminazione della quarantena per i contatti di positivi vaccinati con terza dose. Proposta arrivata nei giorni scorsi dalle Regioni.

Covid, la cabina di regia: super green pass per il lavoro e tre categorie per le quarantene

Nel corso della discussione della cabina di regia sono stati affrontati due temi: le quarantene e la possibilità di estendere il Green Pass rafforzato a tipologie di attività attualmente non contemplate dalla normativa (es. trasporti, fiere, impianti). Su questo secondo punto sono in corso approfondimenti. Si apprende da fonti di palazzo Chigi.
Per quanto riguarda le quarantene, sono ipotizzate tre categorie: i non vaccinati, per i quali continueranno a vigere le attuali regole (quarantena di 10 giorni); persone in possesso del Green Pass rafforzato da oltre 120 giorni, per le quali la quarantena si ridurrà a 5 giorni e alle quali, al termine di questo periodo, sarà richiesto un tampone con esito negativo; persone con dose booster o con Green Pass rafforzato da meno di 120 giorni, per le quali non sarà più prevista la quarantena ma una forma di autosorveglianza (no sintomi) e, al quinto giorno dal contatto con il caso positivo Covid-19, l'effettuazione di un tampone con esito negativo.
La decorrenza delle nuove norme, per ragioni organizzative e logistiche, sarà definita in accordo con il Commissario Figliuolo. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 30 Dicembre 2021, 07:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA