Coronavirus, a scuola senza distanziamento. L'allerta degli esperti: «troppo rischioso»

Coronavirus, a scuola senza distanziamento. L'allerta degli esperti: «troppo rischioso»

A scuola con la mascherina anche senza distanziamento sociale. Questa è la "concessione" fatta dal comitato scientifico per la riapertura delle scuole, affinché possa avvenire regolarmente entro il 14 di settembre senza ulteriori ritardi. Lo scopo è però quello di dare tempo per poter mettere in sicurezza gli alunni attraverso il distanziamento ma la deroga non mette tutti d'accordo.

Leggi anche > Coronavirus, lo sfogo di un infermiere: «Veniteme a dì che è tutto ok, che non ce n'è coviddi»

Massimo Andreoni, direttore clinica malattia infettive del policlinico Tor Vergata di Roma in un'intervista a Il Messaggero non nasconde la sua preoccupazione: «Rinunciare al distanziamento nelle scuole è un elemento di riduzione di una misura precauzionale importantissima». In questo modo si aumenta di molto il rischio di contagio tra i bambini e i ragazzi che possono poi fare da veicoli per i genitori e i nonni.

Andreoni sottolinea che le mascherine da sole non bastano e che il distanziamento è indispensabile: «negli spazi ristretti servono entrambe le misure», non si può rinunciare a una delle due quindi perché il rischio di creare nuovi focolai sarebbe molto alto. Dello stesso parere Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Oms, che parla della possibilità di trovarsi in  una situazione ad alto rischio.
Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Agosto 2020, 13:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA