Attraversa l'autostrada a piedi e viene travolto da una moto: morti pedone e motociclista

Le vittime sono un romeno di 50 anni e un italiano di 22, quest'ultimo alla guida del mezzo coinvolto. Ferita gravemente una ragazza

Attraversa l'autostrada a piedi e viene travolto da una moto: morti pedone e motociclista

di Redazione web

Attraversa l'autostrada «barcollando» e viene travolto da una moto. L'incidente è avvenuto sull'A1, nei pressi dell'uscita Napoli-Centro Direzionale. Due le vittime. Il pedone, un romeno di 50 anni, e il motociclista, un ragazzo di 22. Ricoverata in gravi condizioni la ragazza che era in moto con lui.

Alessandro muore per evitare un cervo: sterza all'improvviso e urta un muretto. Aveva 22 anni

Cosa è successo

L'incidente è avvenuto domenica 23 ottobre, intorno alle 7 di sera. Un testimone ha dichiarato che il pedone stava attraversando la strada «barcollando», quando è sopraggiunta la moto che l'ha falciato. Gli inquirenti stanno indagando per ricostruire l'esatta dinamica. Le due vittime sono morte poco dopo lo schianto. Vani i tentativi di rianimazione dei soccorritori, accorsi con tre ambulanze in pochi minuti. La giovane donna è stata soccorsa e ricoverata per un trauma cranico all'ospedale del Mare. Il traffico è rimasto bloccato a lungo poco prima del cavalcavia della 162, sull'A1, in direzione Roma.

«Innanzitutto esprimiamo il nostro cordoglio per le due vittime e ci auguriamo che la ragazza possa rimettersi al più presto», dichiara il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli. «Occorre che la magistratura chiarisca al più presto la dinamica dell’incidente, riuscendo a capire cosa ci facesse quell’uomo ad attraversare l’autostrada a piedi. Come ci hanno riferito dei testimoni, sembrerebbe che fosse in stato di ebbrezza ma andrà verificato. Invece la ragazza a bordo della moto, compagna della vittima, potrebbe riportare dei segni permanenti sul viso a causa delle ferite. Le strade hanno mietuto troppe vittime. È tempo di mettere fine a questa strage prevedendo nuove normative e misure».


Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Ottobre 2022, 09:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA