Covid Frosinone, tamponi su 22mila studenti. Somministrate oltre 4mila dosi del vaccino
di Vincenzo Caramadre

Covid Frosinone, tamponi su 22mila studenti. Somministrate oltre 4mila dosi del vaccino

Al via anche in provincia di Frosinone lo screening anticovid per gli studenti delle superiori in vista della ripartenza della scuola dopo le vacanze natalizie, posticipata, all’11 gennaio.

In Ciociaria sono 22mila gli studenti interessati che, su base volontaria, potranno sottoporsi al tampone antigenico (cosiddetto rapido) presso i drive-in di Cassino, Sora e Frosinone. C’è tempo fino al 31 gennaio.

In questi giorni sono stati già 575 i ragazzi che, volontariamente, si sono sottoposti al tampone rapido, la percentuale dei positivi è stata bassissima: quattro in totale, uno a Frosinone, uno a Cassino e due a Sora.

Già da domani, 8 gennaio, il servizio sarà potenziato con un ampliamento delle prenotazioni, originariamente indicizzate a 300 ogni ventiquattr’ore. Per alcuni istituti, per ora individuato a Cassino e Ceccano, con oltre mille studenti, sarà direttamente l’Asl, attraverso le Unità Speciali di Continuità Assistenziali (Usca), a recarsi nelle scuole per il tampone. Coloro i quali risulteranno positivi saranno subito sottoposti a tampone molecolare e posti in isolamento domiciliare.

Nel frattempo il Covid non molla la Ciociaria. Ieri ci sono stati 209 nuovi positivi su 1438 tamponi eseguiti nelle ventiquattr’ore precedenti. In negativizzati sono stati 115.

I decessi nella giornata di ieri sono stati tre, si tratta di un uomo di 56 anni di Casalvieri, una donna di 87 anni di Alatri è un uomo di 87 anni.

I posti-letto Covid occupati, sino al pomeriggio di ieri, tra l’ospedale Spaziani di Frosinone e il Santa Scolastica di Cassino erano 295, su 300 in disponibili. Le terapie intensive 27 tra Cassino e Frosinone.

I ricoveri no-covid sono stati, invece, 364 tra tutte le strutture ciociare.

«Il sistema sanitario provinciale, sotto stress come in ogni parte, sta dimostrando di saper affrontare al meglio l’emergenza in atto. Ci sono professionisti straordinari che, quotidianamente, sono a disposizione degli utenti», sono state le parole del direttore generale dell’Asl Pierpaola D’Alessandro.

Altra partita contro il tempo, in cui l’Asl si sta dimostrando protagonista, si gioca sul piano vaccinale. In sette giorni, dal 31 dicembre scorso e fino a ieri, le dosi somministrate sono state 4.150: un record (anche a livello nazionale).

Una nuova giornata da record per l’Asl di Frosinone risultata prima azienda sanitaria della regione Lazio per velocità di somministrazione delle dosi. Al ritmo Ciociaro si avvicina solo l’Asl Roma 6 che ha inoculato fino ad ora 3.889 dosi.

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Gennaio 2021, 09:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA