Pret a Manger compra Eat: ne farà una catena di ristoranti vegetariani e vegani
di Domenico Zurlo

Pret a Manger compra Eat: ne farà una catena di ristoranti vegetariani e vegani

Pret a Manger si allarga e si espande nel settore del cibo vegetariano e vegano: la catena di fast food britannica ha infatti in programma di acquisire la rivale Eat, fondata nel 1996, che gestisce poco meno di un centinaio di ristoranti quasi tutti a Londra.

Gruppo Arcadia, prevista la chiusura per 23 negozi daTopshop a Topman: «A rischio 520 posti di lavoro»

Non sono ancora state rese note le cifre dell’accordo ormai in vista. Pret a Manger, catena specializzata in sandwich e insalate, gestisce 450 negozi in nove Paesi: l’idea è quella di acquisire Eat per trasformare i suoi ristoranti in locali vegetariani, chiamandoli Veggie Prets. Delle centinaia di fast food Pret a Manger in giro per l’Europa infatti solo quattro sono vegetariani o vegani.

Pret a Manger ha deciso di espandersi nel settore vegetariano/vegano anche per i risultati avuti dai suoi concorrenti: come scrive l’Independent, catene come Greggs e Impossible Foods hanno visto il loro valore salire vertiginosamente negli ultimi anni. Impossible Foods in particolare, sbarcata in borsa a Wall Street, è salita in due giorni ad un valore di 4 miliardi di dollari. D’altra parte Eat stava facendo i conti con una crisi inesorabile, che avrebbe portato alla chiusura di diversi ristoranti: la vendita a Pret, con tanto di cambio di nome dei ristoranti in ‘Veggie Pret’, scongiurerà la chiusura e la perdita di posti di lavoro.
Giovedì 23 Maggio 2019, 11:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA