Picchiata dal fidanzato perché era uscita con gli amici: «Ho avuto paura di morire»
di Alessia Strinati

Picchiata dal fidanzato perché era uscita con gli amici: «Ho avuto paura di morire»

Viene picchiata dal fidanzato perché era uscita con gli amici. Katrina Pidden, 39 anni, è stata brutalmente picchiata dal suo compagno, il 25enne Mitchell Liversedge, ingelosito dal fatto che la sua donna fosse uscita con i suoi amici. «Mi ha chiamato t** sporca, mi ha trascinato fuori e mi ha lasciato nella pioggia in giardino», ha raccontato la 39enne.

Leggi anche > Uccide di botte la figlia di 2 anni della compagna perché non sa usare il vasino, choc in Russia

Katrina, di Daventry, nel Northamptonshire, ha raccontato di essere stata offesa perché era uscita con una gonna considerata troppo corta. Quando è tornata a casa, ha spiegato a Metro, che il 25enne le ha strappato i collant e l'ha picchiata insultandola. «Ho provato a correre lungo la strada e lui mi è venuto dietro, mi ha trascinato indietro e mi ha tenuto lì tutta la notte, picchiandomi per circa 40 minuti», poi l'ha lasciata in strada per tutta la notte sequestandole il telefono e le chiavi di casa. 

L'uomo è stato arrestato e condannato a 5 anni di carcere ma ora Katrina ha voluto raccontare la sua storia per essere di supporto a donne che come lei subiscono violenze. La 39enne aveva pubblicato in rete gli scatti delle violenze, mostrando la casa distrutta e il sangue sul suo volto insieme ai lividi che le aveva causato il suo ex sul corpo. 

I due si erano conosciuti durante una serata fuori e si sono innamorati, ma nel corso del tempo lui ha iniziato ad essere geloso in modo ossessivo e violento. «La prima volta che è diventato violento, ha cercato di colpirmi con un ferro e mi ha lanciato una tazza. Ha detto che non sarebbe mai più successo, ma ha iniziato a strattonarmi, poi a gettarmi oggetti addosso, poi le violenze si sono trasformate in schiaffi e calci».


Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Settembre 2020, 16:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA