Scrive una canzone di protesta dopo la morte di Floyd, 12enne diventa una star e firma un contratto con una casa discografica

Scrive una canzone di protesta dopo la morte di Floyd, 12enne diventa una star e firma un contratto con una casa discografica

Scrive una canzone sulla sua paura di essere nero e giovane in America e diventa una star. Keedron Bryant, 12enne americano, ha espresso la paura che hanno lui e altre persone di colore in questo periodo negli Usa, a causa dei numerosi episodi di razzismo da parte della polizia, spesso degenerati anche con la morte.

Leggi anche > Trump, simboli nazisti nello spot elettorale: Facebook e Twitter censurano la campagna social 



La canzone I Just Wanna Live è stata pubblicata online un giorno dopo la morte di George Floyd nella città americana di Minneapolis e da quel momento è diventata virale. Keedron ha ora firmato un accordo con la Warner Records e I Just Wanna Live uscirà ufficialmente venerdì.

Nella canzone si esprime tutta la paura dell'essere nero, del sentirsi "cacciato" dalla polizia e dell'orrore di ciò che viene fatto alle persone di colore in alcuni casi. Il video di Keedron è stato visto più di tre milioni di volte su Instagram e ha avuto più di un milione di Mi piace. A lodare la sua iniziativa sono stati anche diversi personaggi di spicco degli Usa, a partire dall'ex presidente Barack Obama seguito dalla star del basket LeBron James e dall'attrice premio Oscar Lupita Nyong'o.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Giugno 2020, 09:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA