Bambino spende 400 dollari in videogames: la madre lo punisce, il giudice le dà torto e le toglie la custodia

Scoprendo la cifra sula carta di credito la donna ha colpito il bambino con un cucchiaio di legno ma è stata denunciata

Bambino spende 400 dollari in videogames: la madre lo punisce, il giudice le dà torto e le toglie la custodia

Picchia il figlio con un cucchiaio di legno per punizione e le viene tolta la custodia del minore. Una mamma single di 46 anni della Gold Coast nel Queensland, in Australia, si è vista arrivare 400 dollari da pagare sulla carta di credito in videogiochi. Il figlio, infatti, si era appropriato della carta e l'aveva usata di nascosto dalla donna che quando l'ha scoperto lo ha picchiato con un cucchiaio di legno.

Leggi anche > Scopre il tradimento del ragazzo da un pollice spuntato su un post di Instagram: ecco come

La punizione però le costata cara e ora la donna ha perso la custodia di tutti e due i figli. Il bambino di 10 anni, che soffre di ADHD e di autismo, è stato considerato incapace di capire il danno che avrebbe arrecato alla mamma disoccupata e la punizione di consegeuenza eccessiva. I servizi sociali hanno denunciato la donna che ha ammesso di averlo punito ma di averlo fatto in preda a un impeto di rabbia.

Il magistrato Mark Bamberry ha dato alla donna un ordine di libertà vigilata di nove mesi senza che sia stata registrata alcuna condanna ma ha tolto la custodia dei figli. Il giudice ha compreso la punizione dal punto di vista umano, spiega il Mirror, ma come autorità non ha potuto accettare un tale atteggiamento.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Giugno 2022, 10:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA