Berlino, fumogeni e cori: la protestano contro il Lockdown della Merkel
di Nicole Cavazzuti

Berlino, fumogeni e cori: giovani protestano contro il nuovo lockdown imposto dalla Merkel

A Berlino l'atmosfera si scalda. Le nuove misure restrittive stanno strette.

E così la sera di martedì 23 marzo sono scesi in piazza oltre 1000 cittadini per protestare contro le decisioni dell'esecutivo. La manifestazione si è svolta nei quartieri di Brandenburg  e Prenzlauer Berg. Nel momento di scrivere l'articolo stanno bruciando una decina di macchine proprio in queste zone.


«In Germania è stato annunciato il lockdown fino al 18 di aprile, che diventerà rigidissimo per cinque giorni, dal primo al 5 aprile. In questo periodo saranno chiusi tutti i negozi, compresi gli alimentari. Unica eccezione, i supermercati che potranno aprire sabato 3 aprile. La cosa sconcertante è che la notizia è arrivata all'improvviso da un giorno con l'altro. Siamo in molti a pensare che non abbia senso anche perché tutti convergeranno nei supermercati il giorno 3 aprile» ci racconta un nostro lettore italo tedesco che vive in Germania. 

 

E giovedì 25 marzo si svolgerà una manifestazione ancora più importante.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Marzo 2021, 00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA