Covid, von der Leyen: pronti a discutere la sospensione dei brevetti per la produzione dei vaccini

Covid, von der Leyen: pronti a discutere la sospensione dei brevetti per la produzione dei vaccini

(Teleborsa) - La decisione dell'amministrazione Biden di sostenere la proposta di sospendere i brevetti per la produzione dei vaccini anti-Covid ha incontrato segnali di apertura anche da parte dell'Ue. Questa mattina la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, nel suo intervento alla decima edizione di State of the Union, l'evento organizzato dall'istituto europeo universitario a Firenze, ha sottolineato che "l'Unione europea è pronta a discutere qualsiasi proposta che affronti la crisi in modo efficace e pragmatico".

"Questo è il motivo per cui siamo pronti a discutere di come la proposta degli Stati Uniti per una deroga alla protezione della proprietà intellettuale per i vaccini Covid-19 potrebbe aiutare a raggiungere tale obiettivo – ha dichiarato – Nel breve periodo, tuttavia, chiediamo a tutti i paesi produttori di vaccini di consentire le esportazioni e di evitare misure che interrompano le catene di approvvigionamento".

Segnali di apprezzamento alla decisione americana sono arrivati anche dal governo italiano. Per il ministro degli Esteri Luigi Di Maio "è un segnale molto importante. L'Italia c'è, l'Europa non perda questa occasione e dimostri di essere unita e coraggiosa", mentre il ministro della Salute Roberto Speranza lo ha definito "un importante passo in avanti", unendosi all'appello all'Europa di fare la sua parte: "questa pandemia ci ha insegnato che si vince solo insieme". Anche la Germania – attraverso il suo ministro degli Esteri Heiko Maas – ha mostrato segnali di apertura alla discussione sulla revoca della protezione dei brevetti sui vaccini.

La posizione di Washington è stata accolta con entusiasmo dall'OMS. Il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus su Twitter ha commentato l'annuncio definendolo ha "un momento monumentale nella lotta contro il Covid-19". "L'impegno del presidente degli Stati Uniti Joe Biden e dell'ambasciatore Katherine Tai, rappresentante degli Stati Uniti per il commercio, a sostenere la rinuncia alla protezione della proprietà intellettuale sui vaccini è un potente esempio di leadership americana per affrontare le sfide della salute globale – ha aggiunto – Mi congratulo con gli Stati Uniti per la loro decisione storica per l'equità dei vaccini e la priorità del benessere di tutte le persone ovunque in un momento critico".

Nel frattempo, il consiglio generale del WTO, composto da ambasciatori, si sta occupando della questione della revoca temporanea dei brevetti per i vaccini contro il Covid-19 e altri strumenti, che Sudafrica e India hanno proposto per la prima volta a ottobre. Secondo quanto ha riferito il portavoce del Wto, Keith Rockwell, un panel dell'Organizzazione Mondiale del Commercio per la proprietà intellettuale dovrà occuparsi di nuovo della proposta a una riunione preliminare questo mese, prima di una riunione formale in programma per 8 e 9 giugno.
Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Maggio 2021, 13:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA