Calabrone lo punge in faccia: giardiniere gravissimo all'ospedale

Ancona, calabrone lo punge in faccia: rischia di morire, 61enne grave a Torrette

Ha rischiato di morire per la puntura di un calabrone. Il veleno gli ha scatenato una violentissima reazione allergica, tale da provocare uno choc anafilattico. E’ andato rapidamente in arresto respiratorio e poi cardiocircolatorio. Il personale del 118 l’ha dovuto rianimare sul posto, salvandogli la vita. Ora è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Torrette un giardiniere anconetano di 61 anni, portato in sala emergenza del pronto soccorso, ieri mattina attorno alle 8,30, a seguito dell’improvviso malore. L’uomo stava lavorando in un’area verde privata di via del Castellano, in zona Montacuto.

Mentre era impegnato a potare alcune siepi, è stato raggiunto in pieno volto da un calabrone. La puntura, oltre che dolorosa, ha rischiato di ucciderlo. L’operaio, infatti, è risultato allergico al veleno che l’insetto gli ha iniettato con il pungiglione. La reazione è stata esplosiva. Nel giro di pochi istanti ha cominciato a gonfiarsi e a respirare affannosamente, fino a che non ha perso i sensi perché è subentrato un arresto cardiocircolatorio. 
Giovedì 11 Luglio 2019, 20:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA