Vaticano, il 'vaccino pagato' permette la vaccinazione di altri 300 poveri 'invisibili'

Vaticano, il 'vaccino pagato' permette la vaccinazione di altri 300 poveri 'invisibili'

Città del Vaticano - Il vaccino sospeso sta dando i suoi risultati. E così nella Aula Paolo VI, sabato mattina, altre 300 persone senza fissa dimora, fragili e vulnerabili saranno vaccinate. Si tratta di persone che solitamente non sono assistite dalle organizzazioni che operano sul territorio, come invece era accaduto nelle scorse settimane per i circa 1400 poveri vaccinati in Vaticano.

Intanto Vatican News spiega che l'iniziativa del "vaccino sospeso" ha raccolto un consenso che va al di là di ogni previsione. «Donare in questo tempo di difficoltà non è un gesto scontato, ha un valore importante ed è grazie anche ad un piccolo contributo, che si può offrire sul sito www.elemosineria.va».

L'India, Paese colpito duramente dalla seconda ondata della pandemia e alla quale Francesco ha rivolto un messaggio di vicinanza, ha ricevuto 200mila dollari da impiegare nella lotta contro il Covid. Alla Siria, altro Paese segnato da un conflitto senza fine e anche dal coronavirus, sono arrivati 350mila euro. I contributi  vengono affidati alle nunziature che poi li ripartiscono a seconda delle necessità. 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 7 Maggio 2021, 20:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA