Cagliari-Roma, bufera su Panatta: «Marco Sau sorcio nero». Poi le scuse e i chiarimenti

Cagliari-Roma, bufera su Panatta: «Marco Sau sorcio nero». Poi le scuse e i chiarimenti

La stagione 2018-19 della Roma sta assumendo tratti sempre più grotteschi. Ne è un esempio il pareggio in extremis del Cagliari di ieri sera, che ha mandato su tutte le furie i tifosi giallorossi, in primis Adriano Panatta, che in preda all'amarezza ha pronunciato parole, indirizzate all'autore del gol del definitivo 2-2, Marco Sau, che hanno scatenato molte polemiche.

Il bimbo che gioca e si mette in posa coi giaguari, la storia vera dietro la foto virale​



Il leggendario ex tennista romano, ieri sera, durante Quelli che aspettano Quelli che il calcio, ha definito Sau «un sorcio». Un'espressione non gradita da parte rossoblu, ma poi chiarita dallo stesso Panatta. In trasmissione, infatti, l'ex campione di tennis aveva dichiarato, a proposito del pareggio dei sardi, al 50' del secondo tempo e in nove contro undici: «Questi giocavano in nove, è inaccettabili distrarsi e prendere un gol così. La Roma in difesa era schierata con cinque giocatori, la palla è passata in mezzo a tutti ed è arrivato 'sto sorcio nero».

Panatta si è poi scusato poco dopo, dopo le proteste del Cagliari nei confronti della redazione della trasmissione tv. «Intendevo dire che Sau si è mosso come un topo, in modo veloce e imprevedibile», ha spiegato Adriano Panatta. Il Cagliari, invece, ha rincarato la dose su Twitter: «Insultare Marco Sau è un'offesa al nostro bomber e a tutti i sardi. Panatta campione solo quando giocava».
 




© RIPRODUZIONE RISERVATA