Inzaghi, senza ali non si vola
di Enrico Sarzanini

Inzaghi, senza ali non si vola

ROMA – Una Lazio senza ali. Simone Inzaghi deve fare i conti con il problema delle fasce. Ruolo cruciale per il modulo dei biancocelesti, che hanno fatto le loro fortune anche grazie agli esterni, tra defezioni e giocatori poco affidabili Inzaghi dovrà risolvere il problema per ritrovare la squadra che un anno fa si era guadagnata l’appellativo di rivelazione. L’unica certezza in questo momento si chiama Senad Lulic. Gli anni passano ma il serbo-capitano diventa ogni anno sempre più affidabile. L’ultimo a mollare, pronto al sacrificio, anche nei momenti più difficili non fa mai mancare il suo apporto. Peccato che dietro a lui ci sia il vuoto o quasi. Il diesse Tare era pronto a puntare tutto su Durmisi. L’ennesima scommessa dell’albanese, scovata in estate nel Betis Siviglia, quando stava iniziando ad ingranare si è dovuto arrendere alla lussazione del gomito rimediata a Francoforte contro l’Eintracht che lo terrà fuori almeno un mese.

Non è andata meglio a Lukaku. Uno degli eroi della Supercoppa vinta due anni fa contro la Juventus - fu sul il cross per il gol-vittoria di Murgia – oltre ad aver confermato di essere più incisivo a gara iniziata lo scorso giugno si è dovuto arrendere ad una tendinite alla rotula che lo ha costretto a saltare il Mondiale, la preparazione e l’inizio di stagione. Assente ieri alla ripresa a Formello (anche Luis Alberto) dallo staff medico giurano che sia sulla via del recupero ma servirà del tempo per farlo rientrare in forma.

C’è invece traffico sulla corsia di destra con Patric, Marusic e Basta ma nessuno fino ad oggi ha convinto fino in fondo. Marusic è il prescelto di Inzaghi: fino ad oggi in campionato è stato sempre titolare tranne che a Udine ma le sue prestazioni sono meno brillanti di un anno fa. Stagione da dimenticare per Dusan Basta che, preferito a Patric per la lista Uefa, dopo la gara senza acuti con l’Apollon Limassol a Francoforte ha perso la testa lasciando anche la Lazio in dieci. Non è andata meglio allo stesso Patric che in campionato ha collezionato appena 94’ a conferma dei dubbi di Inzaghi.




© RIPRODUZIONE RISERVATA