Acerbi: «Testa bassa, lavorare e ripartire tutti uniti»
di Valerio Cassetta

Lazio, Acerbi: «Testa bassa, lavorare e ripartire tutti uniti»

«Testa bassa, lavorare e ripartire tutti uniti». Francesco Acerbi non intende mollare la rincorsa alla Champions League. Il difensore  della Lazio al termine della sconfitta contro il Genoa per 2-1 affida ai social il suo messaggio. A Marassi ha guidato una difesa mai vista prima con Radu a sinistra non al top della condizione e Patric adattato sul centro destra. Nel secondo tempo, con il cambio di Leiva per il romeno, ha lasciato il centro al brasiliano. Insomma, ancora una volta l’ex Sassuolo si è dimostrato all’altezza della situazione. Mercoledì prossimo contro il Siviglia allo stadio Ramon Sánchez Pizjuán sarà ancora lui a comandare il pacchetto arretrato. In momento di emergenza con nove giocatori infortunati Simone Inzaghi sa di poter contare su un centrale stacanovista. «Non mi sentirete mai dire che sono stanco e che non voglio giocare» diceva tempo fa. Una promessa mantenuta: finora ha saltato soltanto una partita, quella contro la Juventus per squalifica.
Domenica 17 Febbraio 2019, 19:53



© RIPRODUZIONE RISERVATA