Juventus-Inter 2-0, Rabiot e Fagioli stendono i nerazzurri e c'è il sorpasso in classifica

I nerazzurri crollano a -11 dal Napoli e adesso il discorso scudetto si fa molto complicato

Il derby d'Italia alla Juventus: Rabiot e Fagioli stendono l'Inter (2-0) e c'è il sorpasso in classifica

di Salvatore Riggio

La terza vittoria di fila è quella più importante per la Juventus che, grazie ai gol di Rabiot e Fagioli, batte l'Inter e scavalca proprio i nerazzurri salendo al quinto posto in classifica, a 25 punti.

Roma-Lazio, le pagelle: Cataldi e Felipe Anderson super, Zaniolo poco. Abraham niente

Da parte sua, l'Inter crolla a -11 dal Napoli e adesso il discorso scudetto si fa molto, ma molto, complicato: la squadra di Luciano Spalletti non ha intenzione di fermarsi. Ed è una beffa per Simone Inzaghi perché i nerazzurri creano e sbagliano qualche occasione. Invece, la Juventus si scopre cinica.

LA PARTITA
Sblocca il vantaggio al primo vero tentativo del match. Per poi raddoppiare, ma essere fermata dal Var. Insomma, se da una parte Massimiliano Allegri archivia la cocente delusione dell'eliminazione Champions già alla fase a gironi, dall'altra Simone Inzaghi deve fare i conti con questo ko che ferma la sua risalita. È un derby d'Italia contratto per tutto il primo tempo. Lautaro Martinez e Calhanoglu impauriscono la Juventus, abile nel rispondere con una spaccata di Bremer, che finisce sull'esterno della rete. Ma sono due le grandi occasioni dell'Inter. Nella prima Dzeko di testa non inquadra lo specchio della porta, ma è ancora più clamorosa la seconda. Mkhitaryan dà palla a Barella, che mette in mezzo per Dumfries, l'olandese spara alto in scivolata divorandosi il vantaggio.

LA RIPRESA
Nella ripresa succede tutto all'improvviso. Szczesny devia un tiro di Calhanoglu, con la palla che scheggia la traversa, e subito dopo la Juventus sblocca il risultato: cross basso di Kostic e gol di Rabiot. Poi arriva il raddoppio di Danilo, ma l'arbitro Doveri viene chiamato al Var e annulla il 2-0 dei bianconeri perché le immagini mostrano un tocco di mano del brasiliano dopo la deviazione di stinco. Tocco impercettibile, ma c'è. Tutto da rifare per la Vecchia Signora. Che trova comunque il 2-0 al minuto 85 ed è la resa dell'Inter. I nerazzurri scivolano a -11 dal Napoli. Il primo posto, al momento, è irraggiungibile.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Novembre 2022, 15:24

© RIPRODUZIONE RISERVATA