Barcellona, esonerato Ronald Koeman: per la panchina Xavi favorito. Tutti i candidati in ballo

Barcellona, esonerato Ronald Koeman: per la panchina Xavi favorito. Tutti i candidati in ballo

L'ex metronomo e cervello del Barcellona è il candidato numero uno, ma in corsa ci sono tanti nomi

Ronald Koeman non è più l'allenatore del Barcellona. La sua storia con i Blaugrana si ferma a Madrid, nella città degli acerrimi rivali di sempre, ma non per una sconfitta con il Real, bensì per lo stop contro il Rayo Vallecano. Ieri sera, nel quartiere di Vallecas, a sud della capitale spagnola, il Barcellona di Koeman è incappato nella quinta sconfitta stagionale e il presidente Joan Laporta ha preso la drastica decisione di esonerare l'allenatore olandese per smuovere un ambiente in crisi. Ecco chi può prendere il posto di Koeman alla guida del Barcellona. 

 

Leggi anche > Juventus, più brutta cosa non c'è: allo Stadium festa Sassuolo al 95°

 

Che la stagione del Barcellona potesse essere difficile lo si poteva intuire dopo l'addio clamoroso di Lionel Messi. La squadra del Tiki Taka di Pep Guardiola e del tridente delle meraviglie con Messi capitano non esiste più e, adesso, il Barcellona è nono in classifica a 6 punti dalla capolista Real Madrid. 

 

Il Barcellona ieri sera si è arreso al Rayo Vallecano ottenendo la terza sconfitta in Liga e la seconda consecutiva, dopo il Clasico di domenica, che già aveva dato una spallata decisiva a Ronald Koeman. L'ennesima partita grigia e anche sfortunata, visto che Depay ha sbagliato il rigore che avrebbe riacceso le speranze di vittoria del gruppo Blaugrana. 

 

Il Barcellona ha comunicato di aver esonerato Ronald Koeman, ringraziandolo per il lavoro svolto, dopo che nell'estate del 2020 era stato ingaggiato dall'allora presidente Bartomeu per risollevare gli animi dopo la tremenda sconfitta per 8-2 in Champions League contro il Bayern Monaco.

 

Adesso si cerca un sostituto che possa entusiasmare i tifosi già profondamente amareggiati dopo le ultime vicissitudini che hanno visto il club perdere pezzi pregiati, tra tutti Lionel Messi, senza trovare degni sostituti. Laporta, tornato alla presidenza nel marzo scorso, voleva licenziare Koeman già mesi fa ma non era riuscito a trovare né un’opzione valida né i soldi per la liquidazione. Ora, evidentemente, i fondi ci sono. 

 

Il favorito alla corsa alla panchina sembra essere Xavi Hernandez. L'ex metronomo e cervello del Barça di Guardiola è il candidato numero uno per prendere la guida del club, ma bisognerà vedere se l'ex centrocampista accetterà di correre in aiuto di una squadra allo sbando e con una formazione in evidente difficoltà che, oltre ad essere già lontana dalla vetta della Liga, rischia anche di essere eliminata dalla Champions

 

Jordi Cruijff, impiegato del club, poche settimane fa aveva detto chiaramente di non voler succedere al connazionale Koeman. Si era parlato con insistenza anche di Andrea Pirlo, pupillo da sempre di Laporta, candidatura che però aveva perso peso, con l'ex allenatore della Juventus che non sembra intenzionato a prendere la guida di un'altra squadra in difficoltà per non bruciarsi definitivamente. Un'altra figura apprezzata potrebbe essere quella di Erick Ten Hag tecnico dell'Ajax che in questi anni ha riportato il club olandese ai vertici del calcio internazionale. 

 

L’outsider potrebbe essere Gallardo, l’argentino che siede sulla panchina del River Plate. Adesso, però, tutto deve essere fatto in fretta. Il Barça gioca sabato al Camp Nou con l’Alaves e martedì a Kiev con la Dinamo in Champions. Se non si dovesse fare in tempo a trovare un sostituto, in panchina andrà l’ex difensore del Barça Sergi Barjuan, al momento allenatore della seconda squadra.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Ottobre 2021, 10:12

© RIPRODUZIONE RISERVATA