Uomini e Donne, Maria De Filippi difende Pinuccia: il motivo nascosto ha a che fare con la mamma

Nonostante il carattere spigoloso, la 79enne di Vigevano resta nelle grazie della conduttrice

Uomini e Donne, Maria De Filippi difende Pinuccia: il motivo nascosto ha a che fare con la mamma

Maria De Filippi ha infranto la regola aurea dell'imparzialità. Conduttrice di lungo corso e storico volto Mediaset, la giornalista negli ultimi tempi ha dimostrato un attaccamento non comune nei confronti della corteggiatrice Pinuccia di Uomini e Donne.

Leggi anche > Stasera in tv, Ultima Fermata su Canale 5: le anticipazioni dell'ultima puntata. Cosa accadrà

Maria De Filippi difende Pinuccia di Uomini e Donne: il motivo nascosto

Fin da subito la 79enne di Vigevano ha diviso il pubblico per il suo carattere spigoloso e non sempre affabile, al punto da essere arrivata allo scontro aperto con Tina Cipollari. Eppure, per quanto non sia riuscita a trovare l'anima gemella, finora Maria De Filippi non ha mai voluto che uscisse dal reality.

Se ne sono accorti in molti sia in studio che a casa e la ragione andrebbe ricercata nella storia personale della conduttrice. Secondo quanto rivela il settimanale Nuovo Tv tramite una fonte vicina al programma, il motivo di tanto attaccamento nei confronti di Pinuccia andrebbe spiegato con il fatto che la donna che ricorderebbe molto la madre scomaprsa nel 2016, alla quale la conduttrice era molto legata.

«Spinta dal suo ricordo, appare sempre ben disposta verso di lei, anche se a volte la signora di Vigevano non è facile da sopportare», scrive la rivista. La madre di Maria De Filippi non a caso si chiamava Giuseppina Bottoni, per tutti Pina, e ha vissuto parte della sua vita a Pavia, vicino Vigevano. Pinuccia le ricorderebbe la madre scomparsa non solo per il nome e per la vicinanza alla sua città natale, ma anche per l'aspetto fisico e il temperamento freddo e distaccato. Più passano i giorni, più il legame con la corteggiatrice di Uomini e Donne pare indissolubile.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Aprile 2022, 19:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA