Verissimo, Emanuela Folliero: «Mio padre è morto, ma al matrimonio mi ha mandato segnali»

Il suo papà non c'è più, ma Emanuela Folliero, ospite a Verissimo, è convinta che lui sia stato sempre vicino a lei, soprattutto nel giorno del suo matrimonio. «Ci sono stati dei segnali che me lo hanno fatto capire - ha spiegato a Silvia Toffanin - a Torino ho dato 10 euro a una vecchietta sul marciapiede, lei mi ha preso la mano e mi ha detto "Gesù ti vuole bene". Dopo 10 passi sono tornata indietro e non c'era più ma non era possibile che sparisse così». 

Valeria Marini a Verissimo: «Sono stata sotto psicofarmaci. Ivan Gonzalez mi ha fatto ritrovare il sorriso»
Alena Seredova: «Buffon? Sto bene ora che è a Parigi. Di sassolini ne ho tanti»


Un altro segnale, ha spiegato la Folliero, è arrivato dopo il matrimonio attraverso un vecchio orologio che senava proprio la data delle nozze.  «Non lomettevo da dieci anni e la data era proprio quella. In questi momenti ti viene in mente che ci siano dei segnali che se tu sai vedere e cogliere arrivano dalle persone care che non ci sono più. Sono cose che non devono intristire, ma fare sorridere».
 

Indimenticabili, per l'ex annunciatrice tv, le ultime parole del padre: «Prima di morire mi disse "Come farete? L'unica maniera affinché vi ricordiate di me è parlare di me"».
 
video su Instagram">

Sabato 3 Novembre 2018, 17:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA