Virus Marburg, quali sono i sintomi e come si trasmette. Perno (Bambin Gesù): «Anche Omicron 5 viene dall'Africa»

Video

Non bastasse il Covid con tutte le sue varianti - Omicron 5 in testa - dall'Africa arriva un nuovo allarme, stavolta su un virus simile a Ebola e ancora più pericoloso del Sars-CoV-2. Le autorità del Ghana hanno infatti confermato due casi sospetti positivi al virus di Marburg, che sarebbero i primi nel Paese e i secondi nell'Africa Occidentale, dopo che il virus è stato identificato l'anno scorso in Guinea.

Marburg, il nuovo virus fa paura: 2 casi in Ghana. Sintomi simili all'Ebola, è altamente infettivo

Virus di Marburg, quali sono i sintomi e come si trasmette

I sintomi della malattia provocata dal virus di Marburg includono mal di testa, rigurgito di sangue e dolori muscolari. L'infezione si trasmette con il contatto con sangue infetto e altri fluidi o tessuti corporali. Non esistono vaccini né cure approvate per affrontare questo virus. In Africa, si sono registrati focolai e casi sporadici in Angola, Repubblica Democratica del Congo, Kenya, Sudafrica e Uganda, in aggiunta al caso rilevato nell'agosto del 2022 nella prefettura di Gueckedou, nel sud della Guinea. Si chiama virus di Marburg perché il primo focolaio conosciuto, con una trentina di persone colpite, si verificò in Germania Occidentale nel 1967, a Marburg e Francoforte, con altri due casi a Belgrado, in Jugoslavia. A provocarlo furono alcuni cercopitechi infetti, che vennero spediti a tre diversi laboratori in Europa.

Perno (Bambin Gesù): «Anche Omicron 5 è venuto dall'Africa»

Intervistato dal quotidiano Il MessaggeroCarlo Perno, del Bambin Gesù di Roma, si è espresso in merito a questo virus. «Si tratta di virus altamente letali in alcune parti del mondo, perché colpiscono persone denutrite o con altre patologie - ha detto - questi virus arrivano nell'uomo tramite contatti con gli animali, e fanno male. Ma sono autolimitanti, per una serie di ragioni virologiche - spiega Perno - tendono a limitarsi, ma non spariscono, scompaiono dalla nostra vista ma continuano a esserci, e ritorneranno. Quello che vediamo non è nulla di nuovo». Quanto alle analogie con la pandemia di Covid-19, Perno fa chiarezza: «Con gli spostamenti di milioni di persone ogni giorno, ciò che accade ogni giorno non può non riguardarci. Anche Omicron 5, per fare un esempio, è arrivato dall'Africa e adesso è dominante in tutta Europa».


Ultimo aggiornamento: Domenica 10 Luglio 2022, 20:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA