Tumori della pelle, i consigli del chirurgo: «Controllare i nei è decisivo»

Tumori della pelle, i consigli del chirurgo: «Controllare i nei è decisivo»

I tumori della pelle sono tra i più frequenti in assoluto e ogni anno solamente in Italia si registrano quasi 200.000 nuovi casi.
Gli Epiteliomi e soprattutto i melanomi, se diagnosticati tardivamente possono essere particolarmente aggressivi e per tale motivo che una diagnosi precoce e la asportazione chirurgica mirata consente di ridurre quasi sempre eventuali problematiche collaterali
Ma come sapere se un neo o una lesione della pelle sono sospetti oppure no? Lo chiediamo al dott. Francesco Madonna Terracina specialista in chirurgia plastica a Roma.
«Innanzitutto è fondamentale la diagnosi precoce che può essere effettuata con lo specialista dermatologo e con l'ausilio delle sofisticate e moderne tecnologie di epiluminescenza. Quando necessario poi bisogna ricorrere alla rimozione ed asportazione di queste lesioni.

 


È una procedura complicata?
Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di procedure che vengono effettuate in ambulatorio, in anestesia locale della durata di pochi minuti.
Lo specialista chirurgo plastico è certamente la figura professionale più consigliata.Una volta asportate invece queste lesioni vengono inviate e valutate istologicamente.

 


Dunque con i nei è bene essere sempre molto attenti?
Certamente, ognuno di noi autonomamente può, scrutando la propria pelle, valutare se ci fossero nei che sono insorti di recente o se ci dovessero essere modificazioni su quelli già esistenti. Dopodiché annualmente è altamente consigliato effettuare la mappatura completa.

 


Quali sono i costi da sostenere?
Privatamente affidandosi a medici specialisti l'asportazione di un neo comprensiva di controlli ed esame istologico si aggira tra i 150 ed i 300 euro mentre una visita in epiluminescenza ha dei costi intorno ai 100 euro.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 2 Dicembre 2020, 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA