«Il mix di vaccini è più efficace della doppia dose Astrazeneca»: raccomandazione dell'Oms

Vaccini, il mix è «più efficace della doppia dose Astrazeneca»: la raccomandazione dell'Oms

Due dosi di Astrazeneca sono meno efficaci rispetto al mix di vaccini, ovvero la combinazione tra una iniezione del farmaco vettoriale e una di Pfizer o Moderna. Nelle nuove raccomandazioni sul vaccino anti-Covid di AstraZeneca, l'Oms afferma che risposta immunitaria che si ha con due dosi di vaccino anti-Covid AstraZeneca è minore rispetto a quella osservata con il mix di vaccini con prima dose di Astrazeneca e seconda a Rna e anche con due dosi di vaccino ad Rna. Il regime eterologo non sembra avere la stessa efficacia invece se la prima dose è a Rna e la seconda con AstraZeneca. 

AstraZeneca e Pfizer, con il mix dei vaccini «sei volte più protetti»: ecco lo studio coreano

Mix vaccini, le raccomandazioni dell'Oms

L'Oms afferma inoltre che bisogna riccorere al mix di vaccini solo in particolari situazioni di interruzione nelle forniture, visto che gli studi sono su un campione limitato. L'Organizzazione mondiale della sanità precisa poi che con il regime misto di vaccini si è anche osservata una maggiore, anche se accettabile, reattogenicitá. «Anche se i dati al momento sono incoraggianti, serve cautela nell'interpretarli - precisa nell'aggiornamento delle raccomandazioni - visto il campione limitato e la mancanza di follow up, specialmente sui dati relativi alla sicurezza. Piú dati arriveranno a breve, così come nuove raccomandazioni». Il regime eterologo con i due tipi di vaccino «è da considerarsi off-label - conclude - e non ci sono attualmente dati per preferire il regime eterologo rispetto agli altri vaccini».

Le cifre - I contagi da Covid-19 hanno superato i 60 milioni nella regione europea, secondo quanto riferisce ancora l'ufficio dell'Organizzazione mondiale delal Sanità. «La fine della pandemia non è ancora all'orizzonte - afferma Dorit Nitzan, direttore regionale delle emergenze dell' Oms per l'Europa, in una nota - e purtroppo finora nella regione europea ci sono stati più di 1,2 milioni di morti per Covid-19. E' importante - ha aggiunto - che i Paesi continuino i loro sforzi congiunti per proteggere le persone più vulnerabili e quelle a rischio».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 2 Agosto 2021, 14:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA