Covid, in Germania è record di morti: 1.129 decessi in 24 ore, 22.459 casi

Covid Germania, record di morti: 1.129 decessi in 24 ore, 22.459 i nuovi casi

Covid, la Germania registra in 24 ore un nuovo triste primato: 1.129 decessi legati alla pandemia di coronavirus. Il nuovo record è stato evidenziato dai dati dell'Istituto Robert Koch, che segnala anche 22.459 nuovi casi di contagio.

Stando all'Istituto, in Germania sono oltre 1,68 milioni i casi di Covid-19 dall'inizio dell'emergenza sanitaria con 32.107 morti e circa 1,3 milioni di persone guarite.

 

Covid nelle Rsa, il paradosso del Nord: il rifiuto dei vaccini dove il virus ha colpito di più

Covid, muore il primo deputato Usa: Luke Letlow aveva 41 anni, lascia moglie e due figli. E Biden accelera il piano vaccini

 

 

Berlino: dati dimostrano brutalità del virus

 

«1129 famiglie vivranno il passaggio al nuovo anno in lutto. Questi dati dimostrano quanto questo virus possa colpire in modo brutale». Così il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, commentando il record dei decessi registrato oggi dal Robert Koch Institut, che ha segnalato 1129 vittime nelle ultime 24 ore. «Non vedo come si potrebbe tornare a una modalità pre-lockdown» dopo il 10 gennaio. Spahn ha poi chiarito di non voler anticipare il dibattito del vertice del 5 gennaio fra Stato e Regioni.

 

GB, ok vaccino Astrazeneca

 

Via libera nel Regno Unito al vaccino Oxford - AstraZeneca. L'ok è arrivato dall'Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA), come riferiscono i media locali. È il secondo vaccino ad essere approvato nell'isola dopo quello della Pfizer.

«Ora l'Nhs inizierà a mettere in atto i preparativi per il lancio del vaccino Oxford University/AstraZeneca», si legge in una nota del governo britannico. Si tratta del secondo vaccino autorizzato nel Regno Unito dopo quello Pfizer/BioNTech che il 2 dicembre ha ottenuto il via libera dell'Mhra e che ha iniziato a essere somministrato secondo il piano di vaccinazioni la scorsa settimana.

«Con due vaccini autorizzati - sottolinea la nota - saremo in grado di vaccinare un più grande numero di persone che sono ad alto rischio, proteggendole dalla malattia e riducendo mortalità e ricoveri».

 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Dicembre 2020, 12:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA