RomaSposa al via all'Eur: trecento aziende e mille abiti fino a domenica
di Valeria Arnaldi

RomaSposa al via all'Eur: trecento aziende e mille abiti fino a domenica

Ventaglio in caso di grande afa, bolle di sapone da far volare all'uscita degli sposi, perfino ballerine di ricambio per chi non riesce a stare a lungo sui tacchi. È concepita come un kit di sopravvivenza alla cerimonia nuziale la wedding bag di benvenuto per gli ospiti, ultimo trend per le coppie prossime al matrimonio.

Gian Luca Castaldi, l'orafo: «Unico, prezioso, celebrativo: il gioiello è bellezza»

A portare sotto i riflettori questa e altre novità del settore, tra mutamenti di costume e piccole follie, è RomaSposa 2019, da oggi fino al 3 febbraio presso La Nuvola, all'Eur, con oltre 300 aziende e più di mille abiti in passerella. Il classico cede il passo alla personalizzazione: la fantasia si fa regola in ogni dettaglio, dall'allestimento - largo a composizioni di fiori e fogliami all'interno di plexiglass o ceramica al bouquet, sempre più spesso in colori forti, come il rosso borgogna. Candele e luci decorano gli ambienti e sembrano ormai immancabili i fuochi artificiali dopo il taglio della torta.

Mutano ovviamente pure i vestiti. Se lo sposo si limita ad accendere tight o completo blu con gilet di seta, cravatta o plastron in nuance a contrasto, la sposa si diverte con look inattesi, dallo smoking in mikado bianco agli abiti dorati, fino alle trasparenze effetto nude o tattoo, senza trascurare elementi componibili da mettere e togliere per finti cambi d'abito. Piace la cerimonia all'estero. In luna di miele prima ancora del sì.
Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio, 12:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA