Overbooking di iscritti, 210 studenti in più: il liceo non ha altre aule. Le famiglie: «Non andiamo via»

Overbooking di iscritti, 210 studenti in più: il liceo non ha altre aule. Le famiglie: «Non andiamo via»

di Lorena Loiacono

Una petizione online per trovare l’aula dove far studiare i propri figli. Accade a Roma, al liceo Nomentano che, per le tante iscrizioni ricevute, è costretto a mandare via 210 ragazzi. Vale a dire oltre 7 classi del primo anno. 
Ieri Leggo ha riportato il caso del Democrito, liceo scientifico di Casal Palocco, che senza aule si ritrova con 90 ragazzi in più, 30 dei quali dovranno andare in qualche scuola dell’Eur non senza disagi. Ma al Nomentano il numero dei ragazzi da spostare è insostenibile. E così le famiglie “colpite” hanno lanciato una petizione online su Change.org, a firma Claudia Di Petta, che ha già raggiunto la soglia delle mille firme: «Abbiamo appreso che nostra figlia insieme ad altri 210 ragazzi, su un totale di 356 richieste, risulta esclusa: quindi ben il 60% delle richieste di iscrizione sono state respinte. Dalla graduatoria risulta che oltre il 90% delle richieste provengono da studenti residenti in zona, ai quali non verrebbe in questo modo garantito il diritto allo studio per la scuola dell’obbligo».

Il problema del Nomentano e del Democrito riguarda il boom di iscrizioni negli Scientifici: «Dallo scorso anno – spiega Cristina Costarelli, presidente dell’Associazione nazionale dei presidi del Lazio – assistiamo ad un trend di iscrizioni in aumento agli scientifici. Anch’io, al liceo Newton, ho dovuto rinunciare a 130 ragazzi che sono stati spostati in altre scuole». A corto di spazi, nella zona del Nomentano, anche il Giordano Bruno per l’indirizzo scienze umane e il Pacinotti-Archimede per l’indirizzo sportivo: entrambi lasciano fuori 50 studenti e il Municipio 3 sta cercando soluzioni. «Valutiamo la possibilità - spiega il presidente Paolo Marchionne - di dare al Nometanò l’asilo inutilizzato di colle salario, in via Caprioli: un unico piano terra di 700 mq ma da sistemare, perché i bagni sono a misura di bambino».
Il Nomentano, tra la sede centrale di via Bufalotta e la succursale di via di Casal Boccone, può accogliere 65 classi e, come spiegato dalla scuola, per il prossimo anno sono già previste 59 classi, tra seconde, terze, quarte e quinte. Dalla centrale sono in uscita 6 quinte ma 4 dovranno essere occupate dalle 4 classi che, dislocate lo scorso anno al Matteucci, ora devono rientrare. Sembra un gioco ad incastro.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Febbraio 2022, 11:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA