Crollo metro, doppia inchiesta Atac e Procura. I testimoni: «Quella scala mobile faceva rumore»
di Franco Pasqualetti

Crollo metro, doppia inchiesta Atac e Procura. I testimoni: «Quella scala mobile faceva rumore»

Un'inchiesta interna di Atac e un'altra della Procura. Sono due le indagini aperte in seguito all'incidente della metro A a Repubblica. La scala mobile è stata sequestrata e i vigili del fuoco, che hanno stilato un dettagliato rapporto, hanno già inviato tutti i contributi video e foto raccolti dai presenti.

Roma, cede scala mobile della stazione Repubblica: 24 feriti, uno grave. Sono tifosi russi del CSKA Mosca

Ci sono poi 8 telecamere a circuito chiuso che hanno ripreso interamente la scena, dal primo gradino all'ultimo, quello che ha inghiottito il tifoso del Cska. Un ispettore Atac, che ha visionato le immagini spiega: «La scala era piena e i tifosi saltellavano, questo però non spiega come sia possibile un cedimento simile a quello che si è verificato». E dire che la stessa Atac ha affermato che la scala in questione era di quelle più giovani: «Dieci anni di servizio - dicono - a fronte di alcune che ne hanno anche trenta». Ma la situzione è ben chiara: Leggo aveva denunciato lo scorso settembre il pessimo stato di manutenzione degli impianti (ascensori, tapis roulant e scale mobili appunto). Nella nostra inchiesta emergeva come ogni giorno 7 strutture su 10 sono ferme. Lo sanno bene gli utenti in particolare della metro A, quella messa peggio.

Secondo alcuni testimoni la scala di Repubblica da giorni faceva un brutto rumore metallico. Le indagini faranno luce anche su questo, per vedere se oltre al peso dei tifosi possa aver giocato un ruolo chiave un problema meccanico.
riproduzione riservata ®
Mercoledì 24 Ottobre 2018, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA