Eugenio, tassista eroe morto per soccorrere gli automobilisti: era un ex poliziotto e sostenitore di Emergency

Eugenio, tassista eroe morto per soccorrere gli automobilisti: era un ex poliziotto e sostenitore di Emergency

  • 868
    share
Stava tornando a casa dopo il suo turno in taxi, ma lo spirito di solidarietà non gli ha impedito di soccorrere le persone a bordo di un'auto che aveva appena avuto un incidente. Per questo motivo, Eugenio Fumagalli è sceso ma è stato investito e ucciso da un'auto che sopraggiungeva sul luogo dell'incidente. Il dramma, avvenuto nella notte tra sabato e domenica, è avvenuto lungo la strada provinciale Milano-Meda.

Eugenio eroe investito per strada, un fiocco nero sui taxi di Milano per il collega ucciso: «Non ti dimenticheremo»



Eugenio Fumagalli, 47 anni, aveva visto, poco prima delle 4, un'auto con a bordo due ragazzi, un 21enne e una 19enne, carambolare e finire fuori dalla carreggiata. Lui, da sempre contraddistinto da una naturale tendenza all'altruismo e alla solidarietà, prima come agente di polizia e poi come tassista e sostenitore di Emergency, non ci ha pensato due volte ed è sceso per soccorrere i due ragazzi, indossando una pettorina gialla, ma una volta a bordo della Fiat 600 incidentata è stato colpito in pieno da un'auto che sopraggiungeva.

«Se non fosse stato per lui, saremmo morti. Ci ha salvato la vita», raccontano i due giovani soccorsi da Eugenio. Fino al 2011, il 47enne aveva lavorato come poliziotto, ma poi aveva preso la licenza del papà Francesco, storico tassista della Brianza. Pur cambiando lavoro, Eugenio Fumagalli era sempre stato generoso ed altruista. Un grande lavoratore, che ha fatto di tutto pur di salvare due ragazzi nonostante avesse iniziato il turno alle tre del pomeriggio per staccare dopo l'una di notte.

I colleghi, che non esitano a definirlo un erore, lo ricordano come una persona solare, carismatica e volenterosa. Eugenio, ad esempio, aveva rinunciato ad esporre una pubblicità sul suo taxi, preferendo l'adesivo con il logo di Emergency. Solo poche settimane fa, il 27 dicembre, aveva preso le difese di un collega, infastidito da un cliente in periferia.
Lunedì 14 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento: 15:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-01-15 09:07:19
Pensa te.. poveretto.
DALLA HOME