Al papà serve una trasfusione, figlie si rifiutano: «No al sangue di persone vaccinate»

Al papà serve una trasfusione, figlie si rifiutano: «No al sangue di persone vaccinate»

Al padre serve una trasfusione ma le figlie sono irremovibili: «Non vogliamo sangue di una persona vaccinata» per il Covid-19. E la trasfusione non si fa. È quanto accaduto la settimana scorsa all'ospedale Infermi di Rimini, secondo quanto riportato dall'edizione bolognese di Repubblica. Giovedì scorso due donne si sarebbero opposte a far fare una trasfusione di sangue al loro padre, ultranovantenne, ricoverato. Si sono rifiutate perché pretendevano di sapere se il sangue era di un donatore vaccinato contro il covid.

 

Temevano, secondo il racconto degli operatori sanitari, che sarebbe stato iniettato l'Rna, la molecola alla base dei vaccini più comuni usati in questo periodo. Alla fine non hanno acconsentito alla trasfusione. «Un caso abbastanza estremo», spiega al quotidiano Rino Biguzzi, medico e coordinatore del comitato Programma 'sangue plasmà della Ausl Romagna. «Il percorso della donazione di sangue è sorvegliato a livello locale e nazionale. Ed è sicuro».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Agosto 2021, 13:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA