Rischio istamina, un lotto di tonno surgelato ritirato dai supermercati
di Luisa Mosello

Rischio istamina, tonno surgelato ritirato dai supermercati

Istamina oltre i livelli consentiti, dunque potenzialmente dannosa per la salute. Con questa motivazione un lotto di tonno surgelato è stato richiamato e tolto dagli scaffali frigo dei supermercati di tutt'Italia. L'allerta è stata diramata oggi dal Ministero della Salute e riguarda le fette sottovuoto e surgelate di tonno a pinne gialle con marchio Nordic Seafood A/S Melega &Prini srl ma prodotto dall’azienda Central Western Pacific - Indonesia. Il lotto in questione è  BMI 18/02 – Item No 2451410, scadenza 10-11-2019 , dal contenuto di 175-225 g.

LEGGI ANCHE Rischio Listeria, Findus e Lidl ritirano alcuni surgelati. Casi in tutta Europa, altri marchi coinvolti
 
 

Il richiamo "per rischio chimico" come si legge nell'avviso pubblicato sul sito del Ministero è stato reso necessario dalla presenza di un tasso di istamina superiore ai limiti consentiti dalla legge” (3035 ppm). Ed è stato disposto a scopo precauzionale dall'azienda Memega &Prini srl di Bolzano che lo ha commercializzato all'ingrosso. L'istamina in eccesso puó provocare la sindrome sgombroide, patologia simil-allergica causata dall’ingestione di pesce alterato.

Spesso viene confusa con l'allergia alimentare. e si manifesta con sintomi che riguardano l’apparato gastrointestinale (nausea, vomito, diarrea) il sistema nervoso centrale (vertigini, mal di testa), la pelle con rush cuteanei (rush) e a volte si presenta con disturbi respiratori e ipotensione. Il prodotto in questione, avverte l'azienda, " non deve essere consumato e deve essere distrutto o reso". 
Mercoledì 11 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 22:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME