Storie Italiane, il piccolo Eitan «dovrà tornare in Italia entro 15 giorni». L'accordo tra le due famiglie

Storie Italiane, il piccolo Eitan «dovrà tornare in Italia entro 15 giorni». L'accordo tra le due famiglie

Dopo la pronuncia della sentenza del tribunale di Tel Aviv, le famiglie hanno raggiunto un accordo per il bene del bambino

Storie Italiane parla del caso del piccolo Eitan, il bambino di 5 anni sopravvissuto alla strage del Mottarone rapito dal nonno e portato in Israele. Dopo la sentenza del tribunale di Tel Aviv che ha stabilito che il piccolo dovrà tornare in Italia dagli zii paterni, suoi affidatari, nel corso della puntata si parla di come avverrà il ritorno in Italia.

 

Leggi anche > Incidente tra un'auto e un furgone, morta una ragazza di 15 anni. Gravissima la mamma

 

L'inviato spiega a Eleonora Daniele che per ora Eitan resterà in Israele per un massimo di 15 giorni, come stabilito dal giudice e che grazie a un accordo fatto tra le famiglie, per evitare che possa subire un'ulteriore rottura e un altro distacco, passerà tre giorni con il nonno e la famiglia materna e tre giorni con gli zii paterni ormai in Israele da diversi giorni. La decisione resta quella del tornare in Italia dove, secondo il giudice, il bambino avrebbe la possibilità di stare meglio.

 

L'inviato spiega che nei giorni in cui Eitan sta con il nonno, comunque accusato di rapimento dalla giustizia italiana, nella casa non ci sono controlli, ma i legali hanno garantito che non succederà nulla di simile a quanto accaduto in passato. Il giudice, tuttavia, ha auspicato una collaborazione tra le due famiglie al fine di garantire la massima serenità possibile al bimbo.

 

Intanto in Italia però per il nonno resta avviato il procedimento penale. La Procura sta procedendo d'ufficio appunto per il reato di rapimento.


Ultimo aggiornamento: Martedì 26 Ottobre 2021, 14:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA