Teramo, droga in cambio di sesso: pusher senegalese nei guai, c'era la fila per lui

I Carabinieri di Roseto degli Abruzzi hanno arrestato un senegalese di 30 anni, richiedente asilo. A seguito di pedinamenti, osservazioni, controlli su soggetti tossicodipendenti ed esame di tabulati telefonici, i Carabinieri sono riusciti a documentare oltre 400 cessioni di dosi di hashish e marijuana a giovani del posto, molti dei quali minorenni. L'uomo, che riceveva dagli assuntori ordinativi di droga per telefono, fissava gli appuntamenti per la consegna sul lungomare sud, nei pressi del pontile, o nel sottopasso della stazione ferroviaria.

Suore picchiano i bimbi all'asilo: 4 religiose incastrate dalle telecamere
 
 

L'attività di spaccio era divenuta talmente fiorente che il pusher ha dovuto farsi aiutare da connazionali per le consegne. Spesso, quando a rivolgersi a lui erano delle ragazze, come corrispettivo della cessione di droga chiedeva prestazioni sessuali a cui però le vittime tentavano di sottrarsi. Il gip di Teramo ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere: l'extracomunitario dovrà rispondere di cessione illecita di stupefacenti, aggravata dalla minore età di alcuni assuntori e dalla finalità di ottenere prestazioni sessuali, anche mediante violenza sulle vittime.
Sabato 13 Aprile 2019, 08:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA