«Scendi un attimo, devo parlarti»: 52enne picchia a bastonate il fidanzato della ex

L'uomo premeditava una spedizione punitiva da tempo. Voleva vendicarsi del rivale che gli aveva portato via la fidanzata

«Scendi un attimo, devo parlarti»: 52enne picchia a bastonate il fidanzato della ex

«Scendi un attimo, devo parlarti», questa la scusa utilizzata da un 52enne pregiudicato che si è recato sotto casa dell'ex per regolare i conti con rivale in amore. Una volta sceso, però, l'uomo non aveva alcuna intenzione di parlare e lo ha preso a mazzate, con una mazza da baseball. L'incredibile episodio è accaduto a Vecovana, in provincia di Padova, dove la vittima ha rimediato contusione al braccio e al polso sinistro e una sospetta frattura all'articolazione del gomito. 

Leggi anche > Abusa per anni in casa delle figlie minorenni. «Le vittime ormai rassegnate a subire le violenze»

Terrore in strada

L'uomo, non contento dell'aggressione al rivale in amore, ha seminato il terrore in strada. Armato della sua mazza da baseball, ha iniziato a brandirla con fare iracondo verso il rivale in amore, colpendolo ripetute volte e danneggiando il suo telefono. Sotto gli occhi impietriti dei vicini, l'uomo è riuscito a rientrare in casa con il braccio dolorante mentre la compagna, inorridita, chiamava i carabinieri. Nel frattempo, l'aggressore era sempre più accecato dalla rabbia e si è sfogato con la mazza sull'auto della vittima.

Il motivo dell'aggressione

L'antefatto della vicenda parte da lontano, da quando cioè l'uomo si era accompagnato ad una donna romena, oggi 40enne, residente in zona. Dopo un periodo di convivenza, la storia d'amore era naufragata: lei si era trovata un altro compagno, trasferendosi con lui a Vescovana. Ma la lontananza non ha evitato che il livore dell'uomo andasse via. Da tempo meditava vendetta nei confronti di colui che, ai suoi occhi, gli aveva portato via la fidanzata. E così ha pensato bene di vendicarsi con una spedizione punitiva

La spedizione

Martedì 2 agosto sera si è deciso. È salito in macchina e si è diretto a Vescovana, senza dimenticare di caricare in auto la mazza da baseball. Verso le 21:00 ha parcheggiato davanti casa della coppia e con fare, apparentemente, pacifico e sereno a citofonato, chiedendo di poter parlare con l'ex fidanzata. Ma gli animi si sono riscaldati in fretta e il 43enne è sceso in strada. Dopo aver preso la mazza da baseball, svariate volte sul braccio sinistro, è riuscito a tornare in casa, mentre la fidanzata ha chiamato i carabinieri. I militari sono accorsi prontamente e hanno bloccato e disarmato l'uomo. Prima di calmarlo ci è voluto un bel po' di tempo, poi l'uomo è stato deferito in stato di libertà per lesioni personali aggravate e porto abusivo di strumenti atti ad offendere.


Ultimo aggiornamento: Sabato 6 Agosto 2022, 21:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA