«Michele Merlo doveva essere curato prima». Quegli esami per sintomi sospetti un mese prima di morire

«Michele Merlo doveva essere curato prima». Quegli esami per sintomi sospetti un mese prima di morire

Continuano le indagini sulla tragica morte di Michele Merlo. Il giovane ex concorrente di Amici di Maria De Filippi è stato stroncato da un’ischemia cerebrale provocata da una leucemia fulminante il 6 giugno scorso, una condizione difficile da contrastare ma che per la famiglia di Merlo poteva essere trattata per tempo visto che il ragazzo aveva manifestato sintomi sospetti nelle settimane precedenti.

Leggi anche > X Factor 2021, Agnelli accusa i giudici di complotto, fischi per Hell Raton che replica: «Fatti due domande»

I medici che hanno tenuto in cura Michele Merlo fino alla morte per ischemia cerebrale non hanno responsabilità legate al decesso, ma sarebbero potuti intervenire con esiti diversi in epoca precedente. E' quanto afferma - come riporta il Corriere della Sera - la Procura di Bologna in merito all'inchiesta sul cantante di 28 anni scomparso il 6 giugno all'Ospedale Maggiore del capoluogo emiliano, dopo essersi presentato al Pronto soccorso di Vergato il 2 giugno. Le condizioni dell'artista non avrebbero permesso interventi capaci di salvarlo.

L'autopsia sul 28enne di Rosà e gli accertamenti ai carabinieri del Nas non ha ravvisato alcuna responsabilità in capo ai medici sia di Vergato sia di Bologna. L'ischemia che ha portato l'artista di "Amici" e "X Factor" alla morte è stata provocata da una leucemia fulminante.

La famiglia comunque chiede che venga fatta chiarezza, convinti che una diagnosi tempestiva avrebbe potuto salvare la vita a Michele. Invece i medici non hanno rilevato nulla di sospetto, ma le condizioni del giovane sono peggiorate di giorno in giorno fino a quando non si è recato in pronto soccorso. Prima la diagnosi di faringite e il giorno dopo con l'aggravarsi delle sue condizioni la scoperta della patologia che non gi ha lasciato scampo. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Novembre 2021, 13:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA