Resta alta l'allerta maltempo: nubifragi in Campania, Abruzzo e nel Lazio

Resta alta l'allerta maltempo: nubifragi in Campania, Abruzzo e nel Lazio

Continua l'allerta maltempo sull'Italia. Il sistema depressionario presente sul Tirreno centro-meridionale continua a determinare una spiccata instabilità al Centro-Sud, con precipitazioni che, nella prima parte della giornata di domani, insisteranno su tutto il meridione, per poi concentrarsi con maggiore persistenza su Calabria e Sicilia.

La ventilazione continuerà a essere intensa dai quadranti settentrionali. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile, d'intesa con le regioni coinvolte, alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello emesso nella giornata di ieri.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento. L'avviso prevede, dal pomeriggio di oggi, venti forti o di burrasca nord-orientali sulla Campania. Si prevede inoltre il persistere di venti di burrasca dai quadranti settentrionali, su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Mareggiate lungo le coste esposte.

Persisteranno inoltre precipitazioni diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Calabria, specie sui settori ionici, sulla Sicilia, in particolare sui settori settentrionali e sulla Basilicata, specie sul settore meridionale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata, per la giornata di domani, allerta rossa sulla Calabria ionica. Allerta arancione su alcuni settori di Abruzzo, Basilicata, Sicilia e sui restanti settori della Calabria mentre l'allerta sarà gialla su tutto il Sud.

CAMPANIA
Gli acquazzoni a ripetizione che hanno interessato l'area flegrea per l'intera mattinata hanno provocato allagamenti di strade e di locali ai piani terranei e seminterrati. Le situazioni di maggiore criticità si sono verificate a Licola mare e Licola borgo. Allagate le strade e alcuni terranei.

L'alveo dei Camaldoli si è ingrossato, ma non ha superato i livelli di guardia provocando solo limitate aree di esondazione per via della carente manutenzione. Problemi di viabilità al confine tra Pozzuoli e Quarto in località San Martino e San Vito, mentre nell'area collinare di Cigliano si sono registrati cedimenti di alcuni costoni.

A Bacoli le precipitazioni di metà mattinata hanno mandato in tilt la circolazione veicolare nel centro storico e in via Lungolago, provocando l'apertura di numerosi chiusini e l'imbottigliamento di auto nei due sensi di marcia. È servita un'ora prima che la circolazione veicolare tornasse alla normalità.

CAPRI E ISCHIA
Disagi e allagamenti nelle strade di Capri a causa del forte temporale che si è abbattuto sull'isola e su tutta l'area del golfo di Napoli tra la scorsa notte e le prime ore del mattino. Sull'isola sono caduti oltre 70 mm di pioggia in due ore e a tratti anche grandine: il tutto ha causato fiumane e anche la caduta, in via Caterola, di un grosso albero con conseguente chiusura della strada.

A Ischia il sindaco del Comune di Casamicciola Terme, Giovan Battista Castagna, ha disposto la chiusura delle scuole presenti sul territorio comunale, mentre negli altri 5 comuni dell'isola verde gli istituti scolastici sono rimasti aperti. I collegamenti marittimi tra i porti della terraferma di Napoli, Pozzuoli e Sorrento e quelli delle isole Capri, Ischia e Procida sono comunque rimasti regolari, comprese le navi veloci.

ABRUZZO
Vede un'auto sommersa nel sottopassaggio invaso dall'acqua, la donna alla guida che picchia contro il vetro. Non ha esitato a tuffarsi Luca Ortu, 45 anni, originario di Alghero, che, a Francavilla al Mare (Chieti), intorno alle 14 ha salvato la signora da annegamento certo. «Mi sono reso conto che non si poteva aspettare. Non mi sento un eroe» anche se, racconta all'Ansa, «mi è sembrato di vedere un film». Poi ha atteso l'arrivo del 118 per la donna, ed è tornato a casa a piedi correndo. 

MOLISE
Maltempo sulla costa molisana. Pioggia battente e temperature rigide hanno interessato il litorale molisano ed i centri dell'immediato hinterland. Interrotti i collegamenti via mare tra il porto di Termoli e le Isole Tremiti (Foggia). A causa delle avverse condizioni meteomarine, la motonave merci e passeggeri 'Isola di Capraià non ha effettuato la corsa giornaliera. La Capitaneria di Porto di Termoli ha emesso un avviso di burrasca valido fino alla serata di oggi che prevede mare molto mosso e vento di nord-est a forza 7. Buona parte dei pescherecci della flottiglia molisana sono rientrati nello scalo in attesa di un miglioramento. Inoltre nel giro di 24 ore c'è stato un brusco abbassamento delle temperature: 9 gradi in mattinata contro i 20 di ieri.

ALLERTA ANCHE IN SICILIA
Non si allenta la morsa del maltempo in Sicilia. La Protezione civile regionale, infatti, ha emanato un bollettino di allerta meteo gialla e arancione per domani sia per il rischio idrico sia per il rischio idro-geologico. Con riferimento alle precipitazioni, il bollettino prevede «da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui versanti tirrenici della Sicilia centro-orientale con quantitativi cumulati da moderati a puntualmente elevati; sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia nord-orientale con quantitativi cumulati generalmente moderati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Ottobre 2018, 19:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA